LE OPINIONI

IL COMMENTO L’isola, i saldi e la caccia allo sconto

DI MARCO BOTTIGLIERI

Il periodo dei saldi rappresenta una delle fasi più dinamiche e attese del calendario commerciale. Sabato 6 luglio è partita la caccia allo sconto. Secondo le stime del Centro Studi di Confesercenti Campania poco più del 50% dei consumatori campani ha intenzione di spendere in questi due mesi di sconti. Ovvero 2.9 milioni di cittadini sui 5.5 della nostra regione. Le aspettative di spesa, seppur leggermente inferiori rispetto all’anno scorso, rimangono considerevoli. Si prevede infatti una spesa media di circa 215 euro per famiglia, con una spesa media pro capite di circa 103 euro. Questo livello di consumo dovrebbe generare un giro d’affari di circa 300 milioni di euro per la regione durante il periodo dei saldi. A esso vanno aggiunti altri 100 milioni di euro, circa, di previsione di spesa da parte dei turisti, di cui la nostra regione sarà piena anche o soprattutto in questo periodo, per un totale di 400 milioni di euro di fatturato. 

Per molti imprenditori, soprattutto per quelli che hanno la propria attività in luoghi turistici che hanno una stagionalità molto breve, come ad Ischia, andrebbe rivista la tempistica dei saldi. Sarebbe opportuno considerare la possibilità di riprogrammare l’inizio dei saldi almeno a metà luglio. Questo cambiamento darebbe ai negozi d’abbigliamento più settimane di margine per poter vendere la collezione estiva a prezzo pieno, contribuendo così a una maggiore stabilità economica per i commercianti e a una gestione più equilibrata delle scorte di magazzino. I saldi offrono una doppia opportunità per i commercianti: smaltire le scorte invendute e attirare nuovi clienti. Durante queste fasi, i negozi possono incrementare significativamente le vendite, compensando periodi più deboli dell’anno. Inoltre, i saldi rappresentano un’occasione per fidelizzare la clientela, offrendo sconti e promozioni che incentivano gli acquisti ripetuti. Questo periodo rimane un momento cruciale per il commercio, offrendo vantaggi significativi sia per i commercianti che per i consumatori. Con l’evoluzione delle strategie di marketing e il cambiamento delle abitudini dei consumatori, i saldi continuano a rappresentare un’opportunità preziosa per il settore del retail. Adattarsi a queste tendenze e sfruttare le nuove tecnologie sarà fondamentale per continuare a ottenere successo in questo periodo dinamico. Anche se il periodo dei saldi offre numerose opportunità per le attività stagionali di incrementare le vendite e ridurre gli stock, comporta anche sfide significative in termini di margini di profitto, concorrenza e gestione operativa. Le attività che riescono a bilanciare questi aspetti riescono a trarre notevoli vantaggi dai saldi.

* CONFESERCENTI ASSOTURISMO

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex