LE OPINIONI

IL COMMENTO L’isola saluta Don Vincenzo Avallone

DI ANGELO D’ABUNDO

Di Don Vincenzo ricorderò l’eterno sorriso con il quale ti salutava quando lo incontravi.

La sua profonda umanità, libera dai condizionamenti di una cultura confessionale, lo rendevano sempre aperto al confronto con gli altri, fedeli e non. Per questo  Don Vincenzo ha rappresentato e continuerà a rappresentare un fondamentale punto di riferimento spirituale per la nostra comunità. Negli ultimi mesi abbiamo sempre sperato che la sua forte fibra ed il suo amore per la vita prevalessero sulla malattia. Purtroppo stamane il triste rintocco delle campane ha anticipato di poco la notizia che si è diffusa in tutto il paese.

Abbiamo perso non solo un padre premuroso ma anche una madre affettuosa e caritatevole.

Tanti, nei momenti Difficili, hanno bussato alla sua porta per riceverne non solo un conforto morale ma anche un sostegno materiale e Don Vincenzo ha sempre risposto con grande generosità. Io, che sono di cultura laica, amavo dialogare con lui anche su temi di carattere religioso. Ricordo in particolare di averlo incontrato qualche anno fa mentre passeggiava sul lungomare di Citara all’altezza degli Scogli Innamorati. Era una splendida giornata di aprile con un mare bellissimo che non mi stancavo di fotografare. Lo salutai con affetto ed avviai un dialogo, con una per me innocente provocazione, dicendo che secondo me non era Dio ad aver creato l’uomo a sua immagine e somiglianza, quanto era piuttosto l’uomo a crearsi una  immagine di Dio attribuendogli, i valori della propria cultura, delle propria etnia e della propria epoca, arrivando al punto di credere in un Dio diverso anche nelle differenti religioni monoteiste, con una evidente contraddizione all’interno delle stesse religioni monoteiste.

Don Vincenzo non si scandalizzò affatto per la mia tesi anzi continuammo a dialogare durante il passeggio e lui chiarì il suo pensiero in proposito. Ho ritrovato poi nel pensiero di Papa Francesco del Dio Unico e della sua incessante promozione del dialogo interreligioso molte delle riflessioni fatte da Don Vincenzo in quell’occasione ad ennesima conferma della sua modernità.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close