Statistiche
LE OPINIONI

IL COMMENTO Un futuro in comune

Si legge su tutti i giornali l’asserzione degli economisti secondo la quale se l’Europa vuole avere un futuro deve restare unita per competere con Cina ed America. L’isola d’ Ischia trova nel Sindaco di Forio, Francesco Del Deo, il nemico che non capisce una cosa del genere. Lo dimostra con la gara a sette anni per la raccolta della spazzatura. Il Sindaco attuale dei foriani già negli anni ottanta diede una botta decisiva alla distruzione territoriale di Forio non riuscendo insieme a Gaetano Colella, suo sindaco e lui vice, ad evitare con un piano regolatore l’abusivismo edilizio. Ora facendo finta di volere servizi comuni per l’intera isola dà il colpo di grazia anche a questo aspetto dell’amministrare l’isola.

Bisognerà chiedergli quale è il concetto che lo ha spinto ad una cosa del genere. Ritornato da Roma come imprenditore erano state molte le speranze che avesse acquisito una visione almeno programmatica della sua Forio e dell’intera isola. Ora organizza una gara per sette anni senza avere strutture idonee ad avere un servizio serio da parte di questa ditta oltretutto in continuità organizzativa alquanto discutibile. Inutile che abbia chiesto a manager di multinazionali cosa bisognava fare. Ha agito da solo chiedendo forse agli illuminati suoi compagni in amministrazione.

La sua mossa spiazza tutto il sistema di mettere insieme le cose che le sei amministrazioni isolane a chiacchiere avevano deciso di attuare. Chiunque avrebbe svolto la gara per la durata del suo mandato per non ipotecare chi verrà dopo di lui

Chi gli chiederà conto del perché ha pensato a questa soluzione? Chi gli chiederà se nella sua mente è nata l’idea che Forio ha bisogno di cambiare modo di amministrare?

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex