CRONACA

Il Comune non esegue una sentenza, arriva la condanna del TAR

Nel 2016 l’ente foriano è stato condannato all’esecuzione di alcuni lavori in Via Caremma per eliminare i danni ad un immobile privato ma non lo ha fatto. E così… Se non adempie entro 90 giorni arriverà il commissario ad acta

Il Comune di Forio deve adottare tutti gli accorgimenti finalizzati ad eliminare gli inconvenienti prodottisi in un immobile di Via Caremma. Questo prevedeva la sentenza emessa nel 2016 dal Giudice Onorario del Tribunale di Napoli, Sezione distaccata di Ischia. A distanza di quasi cinque anni, però, il Comune non ha ancora provveduto per questo i proprietari dell’immobile si sono rivolti al Tribunale Amministrativo Regionale della Campania che ha condannato il Comune di Forio a dare esecuzione ad una sentenza del 2016 sentenza. Ed in caso di ulteriore inottemperanza ha già nominato commissario ad acta il Provveditore alle Opere Pubbliche della Campania, Molise, Puglia e Basilicata, con facoltà di delega ad altro dirigente/funzionario dell’Ufficio, il quale provvederà, ricevuta comunicazione a cura di parte ricorrente della perdurante inerzia del Comune di Forio, al compimento degli atti necessari all’esecuzione della sentenza.

Dopo quattro anni di immobilismo adesso arriva il diktat della magistratura amministrativa: se non si adempierà entro il termine di 90 giorni, sarà nominato il commissario ad acta

I giudici della seconda sezione del Tribunale Amministrativo hanno anche condannato il Comune di Forio a liquidare successivamente il compenso del commissario ad acta ed al pagamento in favore della parte ricorrente delle spese di giudizio, che liquida in 2mila euro, oltre IVA, CPA ed importo del contributo unificato come per legge. Francesco Russo, Maria Rosa Lentini Graziano e Immacolata Russo si sono rivolti al tribunale amministrativo regionale per ottenere l’ottemperanza al giudicato discendente dalla sentenza n. 13521/2016 del 15 dicembre 2016, emessa dal Tribunale di Napoli, Sezione Distaccata di Ischia, nei confronti del Comune di Forio in materia di danno temuto. Secondo tale sentenza i danni causati all’immobile di proprietà degli attori sono da ascriversi alle infiltrazioni d’acqua, danni ancora esistenti al momento della perizia espletata nella fase di merito. Di fatto il consulente constatò che vi erano state infiltrazioni tali da provocare rendere insalubri alcuni ambienti dell’immobile degli attori.

Tali infiltrazioni sono causate per la cattiva impermeabilizzazione del manto stradale che, in periodi di maggiori piogge, il flusso dell’acqua, non idoneamente raccolto, si infiltra nella sottostante muratura. Di fatto appare necessario realizzare un nuovo sistema di raccolta delle acque piovane lungo il parapetto ove confina al disotto della muratura degli attori. Il C.t.u. ordinava la verifica e sostituzione di alcune tubazioni fognarie vetuste e fatiscenti, che potrebbero aver causato perdite continue per rottura o per mancanza di manutenzione al sistema fognario. Stabiliva che il Comune convenuto deve ripristinare il manto stradale in corrispondenza dell’unità immobiliare danneggiata, applicando sigillature alla pavimentazione con l’attacco del parapetto ed installazione di un sistema di raccolta per le acque piovane con grate di raccolte luogo la muratura interessata preventivamente ben sigillata e rese impermeabili. Controllo e ripristino della rete fognaria nei pressi dell’immobile interessato, con verifica dei pozzetti della rete fognaria nei pressi dell’immobile attoreo con interventi di sigillatura ed impermeabilizzazione per renderli a tenuta stagna. Malgrado la sentenza del 2016, però, il Comune di Forio non ha eseguito tali lavori che oggi gli sono stati intimati dai giudici della seconda sezione del Tribunale Amministrativo della Campania e qualora non dovesse, ancora una volta adempiere, interverrà un commissario ad acta.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex