LE OPINIONI

Il Covid ha mostrato le nostre fragilità, ora nuovi progett

DI MILENA MONTI

Egregio direttore, Egregi imprenditori e operatori del turismo, Ho letto con attenzione l articolo dell‘ imprenditore Celestino Iacono condividendone a pieno il suo punto di vista. Anche io ho sentito come lui l ‘esigenza di condividere alcuni pensieri, dal punto di vista di un “operaio” impiegato nel settore del turismo. In questo periodo sono state diverse le riflessioni, venute da più parti, sul fatto che il mondo esige un cambio di prospettiva .Con il covid 19 abbiamo potuto vedere da vicino le nostre fragilità e quelle di un sistema che ha visto la logica del profitto troppe volte soppiantare il rispetto del diritto alla vita e alla salute. Faccio un plauso all‘attuale governo che è stato meritevole di aver portato un cambio di prospettiva da questo punto di vista e di aver messo al primo posto la salute dei cittadini. Sappiamo anche però che il covid 19 ci ha messo in una condizione di precariato dalla quale ci sembra difficile uscire .

Ma forse è proprio grazie a questo momento difficile che possiamo mettere in atto nuovi progetti non solo per un turismo equo e sostenibile, come diceva l ‘imprenditore Iacono, ma anche annuale mettendo in atto quelle capacità resilienti che ci hanno visto superare altri momenti difficili. Tutti riconosciamo che la stagione turistica che sarebbe già dovuta iniziare, ha inesorabilmente accorciato i tempi, pertanto chiunque operi in questo settore ,sa bene quanto sarà difficile gestire il turismo con l incertezza del covid e quanto la stagione si prospetti precaria. Quindi rimane l esigenza di allungare la prospettiva di lavoro per tutti sia imprenditori che dipendenti. Converrete che la nostra isola è ricca di patrimoni culturali , naturali e termali che farebbero invidia a chiunque ,e che il clima degli ultimi anni ci può mettere in grado di poter progettare un turismo di qualità che non si interrompa con l ‘arrivo dell‘autunno. Ma è necessario stabilire delle regole comuni ed è per questo che mi rivolgo all‘associazione albergatori e alle varie associazioni presenti sul territorio, proponendo una serie di riflessioni senza spero apparire come chi vuole dare lezioni di buona condotta: Punto primo: Ora più che mai è necessario pensare come comunità e non come singolo individuo. Punto secondo: stabilire delle regole interne di mercato ;mi riferisco ad esempio a quegli alberghi che avendo una grande quantità di camere e l esigenza di riempirle propongono dei prezzi bassissimi non solo danneggiando le piccole pensioni ma abbassando di conseguenza la qualità del servizio non mantenendo fede così al numero di stelle che gli sono state riconosciute. Punto terzo: per poter progettare un turismo annuale è necessaria la collaborazione tra gli albergatori e le varie associazioni presenti sul territorio , compresi musei e tutto ciò che può ampliare l’ offerta turistica .Mettendo cosi a disposizione di chi viene in visita sul territorio non solo le bellezze naturali ad esse connaturato ma anche il nostro sapere e la nostra cultura legata alle tradizioni della terra e del mare e la nostra storia.

Punto quarto: Poiché con il covid 19 ,sarà impossibile pensare che il trasporto pubblico isolano possa sopperire da solo alle eventuali esigenze del territorio ,dovendo rispettatare le regole di sicurezza imposte dal covid19 ,sarebbe opportuno che i taxi e microtaxi ,opportunamente attrezzati, stabilissero delle tariffe comuni in modo da poter lavorare meglio e di più. Punto quinto: oggi più che mai c’ è l’esigenza, in un’organizzazione turistica, di una profonda attenzione all’ambiente. Avere cura del proprio mare e della propria terra non solo fa bene alla nostra salute ,ma con il tempo anche alle nostre tasche perché ci mette in una posizione di prestigio agli occhi del mondo , che esige questo tipo di cura.

Vorrei concludere con un appello al governo :tutti gli imprenditori che investono sul territorio italiano hanno esigenza di veder riconosciuto il loro sforzo soprattutto per le agevolazioni fiscali .Siccome sappiamo che questa è fra le proposte del vostro governo vi preghiamo di accellerare i tempi verso questa direzione. Grazie.

Ads

* LAVORATRICE COMPARTO TURISTICO

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button