Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Il dato è tratto, ecco tutte le misure per Sant’Anna 2021

Ieri l’ultimo tavolo tra Comune d’Ischia e forze dell’ordine per mettere a punto il protocollo di sicurezza in vista della Festa in programma il 26 luglio. Vi sveliamo nei minimi dettagli cosa prevede il piano per regolamentare l’accesso a Ischia Ponte: ci saranno anche dissuasori e bagnini

Basterà esibire il certificato verde (Green Pass), o il documento che comprovi l’esito negativo di un tampone molecolare effettuato non oltre le 48 ore precedenti, per accedere alle aree privilegiate per la visione dell’ottantanovesima edizione della Festa a mare agli scogli di Sant’Anna. Una conferenza di servizi svoltasi ieri mattina presso la sala consiliare del Comune d’Ischia – alla presenza di rappresentanti dell’amministrazione comunale e naturalmente delle forze dell’ordine – ha confermato le misure di sicurezze previste per l’evento, in programma lunedì 26 luglio a partire dalle 21.30, e in linea peraltro con l’orientamento nazionale sulle manifestazioni pubbliche, che potrebbe essere ufficializzato nelle prossime ore.

L’accesso all’area “clou” della Festa sarà ad ogni modo limitato a un numero massimo di fruitori, secondo un protocollo condiviso in queste ore dal Comune di Ischia e dalle forze dell’ordine, con il coordinamento del vice questore del commissariato di polizia, Maria Antonietta Ferrara. Un primo filtro, che impedirà al pubblico di condurre oggetti in vetro o potenzialmente contundenti, sarà effettuato all’ingresso di Ischia Ponte dalle forze dell’ordine e dal servizio di protezione civile. L’esibizione del Green Pass (info www.dgc.gov.it) avverrà invece nei punti d’accesso al Piazzale delle Alghe e al Pontile Aragonese.  Nessuno dei filtri previsti inibirà in alcun modo l’accesso alle attività ristorative e commerciali dell’area interessata dalle limitazioni né sono previste limitazioni particolari, oltre a quelle vigenti, per chi assisterà alla Festa dalle imbarcazioni. Un ulteriore servizio di sicurezza sarà garantito inoltre dalla presenza di alcuni bagnini, che perlustreranno a ciclo continuo la baia. L’utilizzo della mascherina, anche all’aperto, resterà obbligatorio nel corso della serata, come previsto dalle normative vigenti.

in una nota ufficiale diffusa dall’organizzazione della festa, si legge che “In un’ottica di proficua collaborazione, il Comune di Ischia, la direzione artistica dell’evento e le forze dell’ordine ritengono di aver adottato le misure ideali per garantire lo svolgimento della Festa a mare agli scogli di Sant’Anna nella piena sicurezza degli isolani e dei turisti, certi di trovare fattiva collaborazione nelle tante persone che vorranno assistere a un evento di grande appeal, che torna dopo un anno di stop forzato”.

TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE NEI DETTAGLI

Il Golfo è in grado di rivelarvi anche nel dettaglio tutte le limitazioni e le misure che saranno osservate per regolamentare l’accesso alla baia di Ischia Ponte e che a beneficio dei nostri lettori riportiamo integralmente: all’altezza dell’incrocio con Via G.B. Vico (Farmacia), vi sarà un primo sbarramento con dissuasori new jersey, dove le forze dell’ordina coadiuvate dai volontari del servizio accoglienza, effettueranno un filtraggio di controllo per dare indicazioni dettagliate sullo svolgimento della festa, al fine di impedire l’accesso dei luoghi della festa di oggetti contundenti e non autorizzati e di rispettare il distanziamento interpersonale e di indossare la mascherina (come previsto dalle disposizioni legislative sulla diffusione del COVID-19). In via Luigi Mazzella, nei pressi dello sbarramento sarà posizionato un gazebo allestito come punto di informazioni e distribuzione dispositivi di protezione individuali. L’organizzazione allestirà un maxischermo nella zona del Piazzale delle Alghe, la quale sarà allestita esclusivamente con posti a sedere ed accessibile solo a coloro che mostreranno il certificato di avvenuta vaccinazione o guarigione da Covid-19, c.d. “green-pass”, o attestazione di esito negativo a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’accesso alle aree di cui sopra, oltre al controllo della temperatura corporea. Lo stesso controllo sarà effettuato per coloro che vorranno accedere al pontile di collegamento al castello Aragonese.

Ads

All’ingresso per l’accesso all’evento, verrà rilevata la temperatura corporea, impedendo l’ingresso in caso di temperatura superiore a 37,5°C, inoltre sarà controllato il possesso del certificato di avvenuta vaccinazione e/o guarigione da COVID-19 regolare ed in corso di validità o attestazione di esito negativo a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’accesso delle aree allestite. È prevista la presenza di quattro bagnini, muniti di brevetto, per eventuale emergenza in mare, i quali saranno dislocati all’interno della Baia a bordo di specifiche imbarcazioni “pattini di salvataggio”. Per garantire un efficace servizio antincendio all’interno della baia, è prevista la presenza di motobarca VV. FF. dotata di personale specializzato e vi saranno mezzi antincendio messi a disposizione dal Comando dei Vigili del Fuoco, posizionati nell’ampio Piazzale Aragonese. Saranno presenti in tutta l’area FF.OO. coadiuvati con volontari del servizio accoglienza, personale sanitario di volontariato equipaggiati con kit di primo soccorso nonché un’ambulanza.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x