Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Il Decò di Barano è salvo!

di Marco Gaudini

 

BARANO – Sembra giungere il sereno nel cielo sopra il supermercato Decò di via Corrado Buono. Un cielo, fortemente funestato da una vera e propria guerra, quella tra l’imprenditore Vitobello (che aveva messo le mani sul progetto di un supermercato al Testaccio) e i Lombardi, proprietari dei due Decò, tra le realtà produttive più imponenti della nostra isola. Si intravedono infatti, con le azioni amministrative e l’udienza del TAR, più di un raggio di sole, raggi di speranza concreta, che hanno iniziato a scaldare i cuori delle tante famiglie dei lavoratori di questo supermercato. Una buona notizia quindi per Barano e per i suoi cittadini, una buona notizia per gli imprenditori, e visto il percorso di legalità che si è messo in campo, grazie anche alla competenza e professionalità degli uffici comunali, una buona notizia anche per l’amministrazione del Comune di Barano. Ma andiamo per gradi e cerchiamo di capire, in una vicenda a livello amministrativo un po’ complessa, cosa è accaduto e da cosa derivano questi spiragli di salvezza.  Ieri c’è stata l’udienza di merito del TAR, sul Decò di via Corrado Buono, in merito al ricorso fatto dalla società al provvedimento di chiusura dell’attività, a seguito di alcune irregolarità.  La questione era quella delle due grotte, quelle che l’ufficio comunale competente ha reputato abusive.

CONTINUA A LEGGERE SU IL GOLFO IN EDICOLA

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x