Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Il futuro di Ischia tra biodiversità e turismo: incontro con gli studenti dell’alberghiero per serie politiche di turismo sostenibile

LA RICERCATRICE DELLA STAZIONE ZOOLOGICA ANTON DOHRN DOTT. SSA MARIA CRISTINA BUIA FRA FONDOBOSSO E LA TORRE DI MICHELANGELO: Evidenziate tutte le problematiche socio- economiche legate alla costituzione dell’area marina protetta, individuando anche possibili soluzioni a vantaggio di specifiche categorie penalizzate dalla costituzione di questa area.

Nell’ambito delle iniziative che il Centro Studi sul Turismo “V. Telese”, coordinato dalla Prof.ssa Maria Messina, porta avanti da qualche anno, mercoledì 13 ottobre la dott.ssa Maria Cristina Buia , ricercatrice – Stazione Zoologica Anton Dohrn- ha incontrato gli alunni delle classi quinte dell’ indirizzo di Accoglienza Turistica ( ieri pomeriggio presente per Il Festival della Natura anche alla Torre di Michelamgelo). L’ oggetto dell’ incontro è stato: REGNO di NETTUNO, il futuro di Ischia tra biodiversità e turismo. E’ stata una mattina proficua e molto interessante per gli spunti di riflessione e discussione che ne sono scaturiti. Il filo conduttore è stato quello di collegare la tutela e la conservazione, nel tempo, delle biodiversità al turismo.

LA PROF. MARIA MESSINA E LA DOTT.SSA MARIA CRISTINA BUIA
LA PROF. MARIA MESSINA E LA DOTT.SSA MARIA CRISTINA BUIA

Nel nostro territorio, a forte vocazione turistica, il Regno di Nettuno , al dl la’ della sua valenza di tutela e conservazione delle bio diversità, rappresenta un forte attrattore turistico. Sono state inoltre evidenziate tutte le problematiche socio- economiche legate alla costituzione dell’area marina protetta, individuando anche possibili soluzioni a vantaggio di specifiche categorie penalizzate dalla costituzione di questa area . E’ stata sottolineata l’urgenza di mettere in atto serie politiche di turismo sostenibile, attraverso azioni sinergiche tra le istituzioni pubbliche e gli operatori economici locali. ll marketing territoriale non può essere infatti solo uno slogan, ma deve consistere -in primis – nella tutela e valorizzazione di tutte le peculiarità del nostro territorio. Il tema trattato ha molto coinvolto gli alunni presenti, che hanno avuto modo – attraverso gli argomenti e i materiali proposti dalla dott.ssa Buia – di utilizzare conoscenze e contenuti appresi nel proprio corso di studio: l’Accoglienza Turistica, che è un indirizzo versatile e poliedrico , in linea con la necessità di formare nuove figure professionali per rispondere meglio alle esigenze turistiche del territorio. il rapporto che intercorre tra il turismo e la natura lungo la costa dell’isola e nella sua intera ambientazione porta ad ulteriori considerazioni.

La fascia costiera dell’isola di Ischia nel golfo di Napoli è sottoposta ad una serie di pressioni e ad una degradazione delle sue risorse a volte , dovute principalmente ad un notevole e non coerente sviluppo urbano, ma a tratti anche ad un evidente inquinamento di origine agricolo-industriale sul territorio. Il turismo nelle aree protette come la nostra costituisce, in effetti, di per sé un paradosso ambientale, poiché contribuisce alla realizzazione di obiettivi socioeconomici e culturali attraverso la conservazione delle risorse naturali, ma può determinare un degrado ambientale. E Ischia non è esente da questo fenomeno. In effetti, il legame che si instaura tra il turismo e le risorse ambientali risulta conflittuale, in quanto il turismo si sviluppa e si relaziona con l’ambiente, ma è da questo influenzato. l’interrelazione tra queste componenti è quindi complessa. In questo scenario, si desidera valutare se il turismo costiero è sensibile alla presenza di hot spots di biodiversità, ovvero se la distribuzione attuale della domanda turistica è infl uenzata almeno in parte dalla distribuzione delle risorse biologiche presenti nel territorio oggetto di studio. In margine al passato Festival della Natura svoltosi con un incontro tenuto addirittura presso l’eremo di San Nicola sul Monte Epomeo. La location unica e suggestiva, raggiungibile solo a piedi e con muli. Si parlò di territorio e turismo, confrontandosi sulle problematiche locali e sulle possibili azioni da intraprendere per lo sviluppo di un’economia sostenibile e per il necessario riavvicinamento alla natura su cui la pandemia ha costretto a riflettere ancor di più. Tra i temi trattati, quello del turismo accessibile, dei benefici che porta alle località attrezzate e di come esso rappresenti una quota di turismo di qualità (di cui tanto si parla!). Spazio ovviamente anche alla “Biodiversità”.

Le nostre isole sono presidi strategici di biodiversità, ma sistemi fragili se non tutelati, soprattutto attraverso un’attenta gestione in grado di integrare l’attività umana nel rispetto dell’ambiente. La salvaguardia del patrimonio naturale non va vista come limite, bensì come volano dell’economia locale. Una sintesi di tutti gli ambienti del Mediterraneo, un piccolo museo: è questo che rappresenta Ischia. La natura ci insegna che fare rete e lavorare in sinergia conviene sempre! Lo hanno capito bene otto associazioni locali che si esprimono nella fruizione outdoor del territorio e che hanno deciso di unirsi in un’associazione di secondo livello “EDON”, allo scopo di dare una spinta al turismo attivo e sostenibile sull’isola. il futuro di Ischia tra biodiversità e turismo,nell’ambito delle iniziative che il Centro Studi sul Turismo “V. Telese”, è impegno ed opera lodevole e portati avanti dalla Prof.ssa Maria Messina coordinatrice dell’ incontro con gli alunni delj’IPS V. Telese. E’ bello sapere che sull’isola a difesa dei valori ambientali del nostro territorio agiscono e si muovono con gli stessi obiettivi vali altre associazioni quali: Nemo Ischia, Ischia Verticale, Ischia Mtb flowing, Edon, Ischia Adventure Park, Lega Navale Ischia, Forti e Veloci Isola d’Ischia, Diving Agency, Legambiente, ARDEA,, l’AMP Regno di Nettuno, la Stazione Zoologica Anthon Dorhrn.

info@ischiamondobòog.com

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x