Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Il green pass su aliscafi e traghetti è una mannaia per gli isolani

La denuncia è dell’associazione “Resistere per esistere” che ha trasmesso ai sindaci dei sei Comuni isolani una richiesta di convocazione urgente: si lamenta l’interruzione della continuità territoriale

L’Associazione “Resistere per Esistere” ha inviato ai sindaci dell’isola d’Ischia una richiesta di convocazione urgente. L’ha fatto con una lettera che ricorda il decreto legge 172 del 26 novembre come “una vera e propria mannaia che cade sula testa di cittadini, artigiani, professionisti e imprese delle isole. Con tale atto del governo Draghi- continua il documento firmato dall’intero direttivo dell’Associazione che ormai conta diverse centinaia di iscritti- si azzera di fatto, ogni diritto di continuità territoriale sulla pelle di noi isolani già penalizzati dalla privatizzazione delle rotte del Golfo di Napoli.” L’obbligo del green pass introdotto dal 6 dicembre, è ritenuto dall’Associazione presieduta da Gianluca Bevilacqua, “una grave discriminazione tra cittadini della Repubblica Italiana in quanto gli isolani non possono muoversi sul territorio nazionale, come accade per tutti gli altri cittadini, in quanto abitanti di un’isola”. Una misura questa che diventa “ancor più odiosa alla luce dei dati ufficiali che dimostrano che il covid si trasmette anche tra vaccinati muniti di green pass”.

Sulla base di tali considerazioni l’Associazione chiede ai sindaci ed ai consigli comunali di rappresentare al presidente De Luca ed ai Prefetti, “la peculiarità degli abitanti dell’isola sul piano del generale diritto alla mobilità sancito in Costituzione”, e di decidere quindi, “l’esenzione del green pass sui mezzi di trasporto pubblico operanti nel Golfo di Napoli”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
3 Commenti
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Lucia65

Lo stesso discorso potrebbe valere anche per quelli che per andare al lavoro si spostano prendendo treni, vesuviana o autobus….. quindi?? Anche loro dovrebbero essere “esonerati”?. Vaccinatevi e il problema è risolto…..

Lucia65

Io l’ho lasciato il mio “parere”, perché nn lo pubblicate????

Beta

In “punta di diritto” hanno ragione poiché il mare è invalicabile in senso assoluto rispetto a qualsiasi altro territorio tuttavia le regole del greenpass vanno rispettate su tutti i mezzi veloci e sui traghetti.
Andrebbe però garantita almeno una corsa di traghetto al giorno aperta anche a chi non ha green pass almeno fino a quando non c’è l’obbligo vaccinale.

Back to top button
3
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x