CRONACA

Il grido di dolore di Procida: vie del mare , l’isola discriminata

L’affondo è dell’assessore Lucia Mameli: in modo particolare ad essere maggiormente interessata, già dal mese di agosto, è la tratta Procida – Pozzuoli e viceversa

I trasporti marittimi sono, più o meno a memoria d’uomo, argomento che si vive giornalmente sulla pelle di chi è costretto a muoversi da e per la terraferma e la vicina isola d’Ischia per i più svariati motivi (lavoro, studio, commercio, visite mediche specialistiche, acquisti, etc.) ed in particolare nelle giornate autunnali ed invernali tutti siamo più attenti, anche attraverso i tanti gruppi social ed i siti meteo, a quelle che sono le condizioni meteo marine e l’effettuazione delle poche corse di traghetti ed aliscafi che sopravvivono al ridimensionato dopo stagioni estive gratificanti per le compagnie di navigazioni operanti nel Golfo di Napoli.

Anche per questo 2022 che volge al termine, nonché anno di “Procida Capitale italiana della Cultura”, la storia ed i malcontenti dei residenti procidani non sono di certo mancati e l’intervento dell’assessore con delega ai trasporti del Comune di Procida, Lucia Mameli, sembra esserne l’esatto, disarmante, specchio: “La continuità territoriale – dice Mameli – soprattutto sulla tratta Pozzuoli – Procida e viceversa, dal mese di agosto continua a provocare notevoli disagi alla comunità isolana.

Numerose sono state le note e le interlocuzioni da parte dell’amministrazione comunale e delle associazioni (Assoutenti Mare, Confcommercio, etc) con la direzione generale dei trasporti ed il Presidente della Commissione Trasporti regionale, On. Cascone.

A fronte dei disagi patiti dai viaggiatori e del maggior traffico, così come segnalato da Confcommercio, sono state suggerite alcune possibilità, compresa la richiesta di accosti straordinari alla Società Medmar (che effettua servizio diretto su Ischia) e una rimodulazione degli orari Gestour.

Come dobbiamo purtroppo constatare – sottolinea l’Assessore – ad oggi nessuna soluzione è stata adottata per mitigare il disagio di tanti pendolari, studenti, commercianti e cittadini che giustamente protestano.Da parte nostra, mentre continueremo ad interagire con le istituzioni cui compete assicurare la continuità territoriale alle comunità isolane, supporteremo le istanze dei procidani con il coinvolgimento delle massime rappresentanze istituzionali dell’isola.

Ads

A tale scopo – conclude l’assessore ai trasporti – attraverso la Commissione Trasporti comunale, porteremo all’attenzione del Consiglio Comunale la situazione che si è venuta a determinare e i disagi vissuti dai nostri concittadini chiedendo di supportare, presso la Regione, una sollecita rimozione delle cause che la determinano e che da mesi mettono in difficoltà i collegamenti marittimi vitali per l’isola”.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex