CRONACA

IL GRIDO DI DOLORE Mazzella esasperata: «Zero aiuto, chiudo il rifugio dei gatti»

Le persone che sono solite passeggiare nella pineta di Ischia non avranno fatto fatica a notarla: nei pressi dell’ingresso che è possibile raggiungere dal parcheggio della Violetta c’è una corposa colonia di felini. I gatti della pineta, alcuni trovatelli, altri abbandonati lì da chi non ha avuto più voglia di prendersi cura dei baffuti amici a quattro zampe (evidentemente più un peso che una piacevole compagnia per alcuni) altri ancora nati proprio in pineta, riescono a vivere una vita tutto sommato tranquilla grazie alla dedizione di Teresa Mazzella che da anni si occupa per lo più da sola di decine e decine di gatti. Certo l’aiuto degli amanti degli animali non manca, c’è chi si prodiga con piccoli aiuti in denaro, donando ciò che può, chi regala scatolette di cibo e medicinali. Ma nonostante i doni c’è sempre tanto da fare e la colonia ha nel tempo raggiunto un numero di esemplari ragguardevole. Troppi per essere gestiti da una sola persona, volontaria per di più, che negli anni è riuscita per lo meno a strappare l’uso della casina che si trova a poca distanza dall’ingresso per prendersi cura dei casi più difficili, che hanno bisogno di cure speciali.

Dopo anni di appelli, richieste di aiuto per lo più inascoltati ecco arrivare una dichiarazione che potrebbe comportare una certa emergenza per l’ordine pubblico. Teresa Mazzella infatti chiarisce:

“ Dal momento che non trovo nessun tipo di aiuto, né volontario né con piccolo contributo ( perché certamente non avendo sovvenzioni, ho spese esorbitanti per la gestione di tutti i gatti di cui mi occupo) sono costretta a darmi un termine utile, con il cuore a pezzi,entro il quale dovrò per forza, lasciare il rifugio e liberare i gatti in pineta, con tutto quello che ne consegue. In 6 anni che gestisco il rifugio, ho accolto tutti i gatti e gattini abbandonati nelle pinete. Fuori sono rimasti pochi gatti storici che già c erano. Vorrà dire che si ritornerà ad avere le pinete popolate da gatti randagi, oppure morti uccisi dai cani padronali, liberi.

In 6 anni – ricorda Teresa Mazzella – ho fatto adottare centinaia di gatti, salvati perché c’era un rifugio.

In 6 anni ho sterilizzato centinaia di gatte e gatti randagi, facendo si che il fenomeno randagismo felino fosse quantomeno arginato. Tutto a mie spese e di chi mi sostiene privatamente.

Ads

Il veterinario che sterilizza si chiede come sia possibile che non mi venga riconosciuto nessun encomio. Io non voglio lodi, volevo solo un po’ di aiuto. Invece, non ho mai avuto aiuti dalle istituzioni, promesse a gogò, nessuna mantenuta. Eppure non avevo chiesto la luna, mi sarebbe bastato qualcuno che mi affiancasse almeno solo la mattina per le pulizie.

Ads

Adesso mi trovo distrutta, fisicamente e moralmente. Quello che mi fa più male è l’indifferenza nonostante le mie grida di aiuto. Questo la dice lunga sulla considerazione del randagismo felino ad Ischia. Sono sfinita e delusa e ho la morte nel cuore. Chi mi conosce sa quanto mi costi, anche solo pensarla una cosa del genere”. Dispetti vari, reiterati abbandoni, mancanza di un piano di sterilizzazione adeguato, aiuti elargiti soltanto dalla privata iniziativa. Il rifugio rimane in piedi per la volontà di una sola persona che prova un profondo amore per i gatti.

Se dovesse davvero concretizzarsi la chiusura del rifugio sarebbe una sconfitta per il lato animalista dell’isola.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

2 Commenti
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Stefania

È vergognoso che un’isola bella come Ischia abbia tanti abitanti e autorità così insensibili e vergognosi, anche se conosco persone che in qualche modo si danno da fare ma sono veramente una esigua minoranza. La bellezza di un posto comprende anche la sensibilità dei suoi abitanti e Ischia veramente ne ha dimostrata pochissima, quasi nulla… se pensiamo che l’unico aiuto fisico che Teresa ha dipende da una signora che usa le sue vacanze per aiutarla… e la signora arriva dall’inghilterra!!!! Finché non ci saranno aiuti per questa volontaria propongo di boicottare Ischia, con molto dispiacere….

Franca Tronci

Purtroppo non è solo ad Ischia è dappertutto! Gli enti preposti..almeno li, hanno fatto promesse a me invece risposto picche per le
colonie e per un pezzo di terreno in modo da riunire le varie colonie e da sola con solo privati che ti danno una mano! Fatti adottare una miriade di gatti grandi e piccoli ma ora anche io mi trovo nell’impossibilità di poter gestire piu di 120 gatti e una ventina di cani da sola ! L’indifferenza delle istituzioni è deleteria! Vuol dire che i gatti rifaranno vita da randagi e verranno uccisi con una indifferenza da far paura!

Back to top button
2
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex