CULTURA & SOCIETA'

Il popolo della borsa verde e della catena alimentare non dimentica Nunzia Mattera, l’”eroina” del vicoletto fiorito di Casamicciola

Perfino il Comune di Ischia lodando l’impegno dell’attivissima Nunzia nella sua personale gara della solidarietà, le riservò un meritato ufficiale riconoscimento con una prezioso targa di merito con la seguente motivazione: “Per il notevole impegno profuso a favore delle fasce più deboli del territorio, esempio di vera e disinteressata solidarietà”.

La Catena Alimetare ed il festoso cammino del Vicoletto Fiorito col nome della toponomastica ufficiale di Via Regina Elena nel cuore di Casamicciola mare, continuano. Luciana Morgera porta avanti l’opera meritoria che è stata anche della scomparsa Nunzia Mattera con doppio impegno ed entusiasmo e la gioia, gli stessi sentimenti che animavano la sua amica e collega di passione Nunzia. Lo spirito della mitica Nunzia Mattera aleggerà ancora nell’atmosfera magica del “suo” vicolo fiorito che continua a far parlare di sé un po’ tutta l’isola. In realtà, si tratta di un vicoletto del corso Luigi Manzi dove risiede l’associazione benefica “La Catena alimentare” della stessa Nunzia Mattera. Infatti, è stata proprio Nunzia insieme a Luciana Morgera, ideatrice della Borsa Verde ad avere l’idea di trasformare la stradina in un giardino fiorito, con tante piante colorate di cui si prendono cura gli abitanti della zona. Anche il Garden Club isola di Ischia, lo scorso anno, volle premiare questa bella iniziativa. Perfino il Comune di Ischia lodando l’impegno dell’attivissima Nunzia nella sua personale gara della solidarietà, le riservò un meritato ufficiale riconoscimento con una prezioso targa di merito. Il Comune stesso all’indomani della cerimonia di consegna diffuse il seguente comunicato che a noi piace riproporre. Infatti: “Per il notevole impegno profuso a favore delle fasce più deboli del territorio, esempio di vera e disinteressata solidarietà”. Questa quindi la motivazione del riconoscimento letta direttamente dal sindaco Enzo Ferrandino che arrivò in un momento molto delicato per Nunzia che, ormai da tre anni, attraverso l’Associazione e grazie all’aiuto di tanti ischitani, donava una spesa settimanale alle famiglie in difficoltà dell’intero territorio isolano. Gli ultimi numeri parlano di più di 60 famiglie, per un totale di circa 200 persone, che usufruivano di quel servizio nato dai cittadini per i cittadini. Nel vicoletto di Via Elena, lì dove ha sede l’Associazione, sempre con Nunzia, insieme con la Borsa Verde, è stato dato inizio a un riuscitissimo esperimento di giardinaggio sociale che ha visto tutti gli isolani adottare simbolicamente una strada del paese. Sono tante le battaglie portate avanti con coraggio da Nunzia, una delle ultime l’ha vide richiedere il rispetto della privacy e il diritto di precedenza nelle sale d’aspetto per tutti i malati oncologici. «A nome di tutta la cittadinanza abbiamo voluto tributarti il merito di questa attività che stai portando avanti. Ogni volta che parlo in pubblico sottolineo l’esigenza di tornare ad avere quel senso di appartenenza alla comunità e in questo tu sei un vero esempio». Così parlò il sindaco Enzo Ferrandino. «Dobbiamo dare una mano tutti quanti, – fu la risposta di Nunzia Mattera – la realtà dell’intera isola non è per niente felice e spero, nel mio piccolo, di riuscirci ancora». Poi la memorabile telefonata di Papa Francesco a cui Nunzia col suo telefonino rispose dal proprio letto di dolore pochi giorni prima della sua morte. “Santita vernite a Casamicciola. Il terremoto ha colpito la sua gente. Facciamo qualcosa, pregate per la mia Casamicciola…”

michelelubrano@yahoo.it

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker