CRONACA

Il Prefetto di Napoli apre la Campagna Anticendi Boschivi 2024

Michele Di Bari ha anche sollecitato l’adozione di apposite ordinanze da parte dei Comuni

DI BRIGIDA SEVERINO

Il Prefetto di Napoli, Michele di Bari, ha inaugurato l’avvio della Campagna Antincendi Boschivi 2024. Mentre l’emergenza Camaldoli teneva in allerta il territorio Di Bari ha convocato i principali attori per la verifica delle iniziative assunte dagli enti competenti in materia e per favorire ogni utile forma di collaborazione tra tutte le componenti del sistema di Protezione Civile. Questo è quanto fa sapere lo stesso prefetto. All’incontro hanno partecipato il Direttore Generale per i lavori pubblici e dellaProtezione Civile della Regione Campania, Italo Giulivo, i Sindaci dei Comuni dell’area metropolitana, i rappresentanti delle Forze dell’ordine con i Carabinieri forestali, del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, del COMFOP SUD e dell’ANCI. Al tavolo sono state esaminate le problematiche connesse ai rischi derivanti dal fenomeno degli incendi boschivi e di interfaccia e le misure organizzative idonee al potenziamento della capacità di risposta del sistema, al fine di migliorarne l’efficacia in termini di previsione, prevenzione e lotta attiva.

Il Prefetto ha evidenziato l’esigenza di svolgere una importante opera di sensibilizzazione dei Sindaci, nella veste di prime autorità responsabili di protezione civile, su alcune prioritarie attività, qualila predisposizione e l’aggiornamento dei piani comunali di protezione civile, anche di carattere speditivo, con particolare riferimento al rischio incendi. In particolare, è stata sollecitata l’adozione si specifiche ordinanze finalizzate alla prevenzione degli incendi lungo le strade, nelle campagne e nei boschi dei territori di propria competenza, seguendo lo schema predisposto dalla Regione Campania e con l’espresso richiamo ai divieti bruciatura dei residui vegetali e forestali nei periodi di massimo rischio e l’aggiornamento del catasto delle aree percorse dal fuoco; la comunicazione alla Protezione Civile Regionale delle attività ad alto rischio esplosivo e/o di infiammabilità;l’elenco delle prese idriche presenti sul territorio comunale;l’implementazione delle attività di informazione alla popolazione e sensibilizzazione della cittadinanza.Il recentissimo incendio sulla collina dei Camaldoli dimostra quanto debba essere massima e costante l’attenzione su questo tema.Contestualmente in molti comuni della Campania ed in particolare con Forio, Ischia anche Serrara Fontana e Barano hanno adottato con i sindaci ordinanze contingibili ed urgenti per arginare il fenomeno

Per quanto attiene la prevenzione degli incendi boschivi e la pulizia dei fondi incolti,come ogni anno e come in molti altri comuni della regione Campania, i sindaci dell’isola d’Ischia ordinano che nel periodo di grave pericolosità per gli incendi boschivi, così come definito da provvedimento regionale dal 15 giugno 2024 al 15 ottobre 2024, di provvedere da parte di tutti i soggetti coinvolti, ovvero enti di gestione di infrastrutture servizi, attività turistiche ricettive e privati cittadini, di provvedere alla gestione alla pulizia dei terreni incolti nelle zone rurali e nelle aree di interfaccia urbano rurale e a tenere comportamenti adeguati tesi ad evitare roghi incontrollati e pericolosi. 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex