CULTURA & SOCIETA'

Il rumore della nostra terra, venerdì la presentazione

Raccolti all’interno del volume gli elaborati scritti dagli studenti ischitani che hanno vissuto in prima persona l’esperienza del terremoto

Si svolgerà venerdì 5 aprile a partire dalle ore 10:00, presso il teatro Polifunzionale, l’incontro conclusivo del progetto “Il R-Umore della nostra terra: racconti dall’isola”. La Fondazione Opera Pia Iacono Avellino Conte ha organizzato, infatti, la presentazione del libro  che raccoglie le testimonianze dei bambini e dei ragazzi delle scuole dell’isola d’Ischia all’evento sismico del 21 agosto 2017 e la premiazione dei lavori più significativi.Il Concorso-Percorso ha perseguito l’obiettivo di permettere ai ragazzi di raccontare,  attraverso un lavoro espressivo, la propria vita prima, durante e dopo il terremoto, di dare voce alla ricchezza interioreche ciascuno porta dentro di sé, ai diversi modi di “sentire”, in modo autentico, ciascuno con i suoimezzi espressivi, con uno sguardo rivolto ad immaginare e progettare il loro futuro, incoraggiando ivalori dell’accettazione, dell’accoglienza, della condivisione e della socialità.

Il concorso, la cui partecipazione è stata rivolta a tutti gli studenti di V elementare, di I e II media e di III superiore, si è articolato in categorie:Categoria elaborati letterari e  Categoria elaborati artistici.Al concorso è stato affiancato un percorso di accompagnamento. Si sono svolti, infatti, in ciascuna scuola che ha aderito al progetto, per un gruppo di circa 15/20 alunni, diversi incontri che hanno visto il supporto dipsicologi e con il coinvolgimento di un docente referente. Durante questi momenti  gli alunni hanno ripercorso l’esperienza soggettiva, le emozioni, le fantasie legate al terremoto dedicandosi allaproduzione di elaborati creativi (testi, racconti, versi, immagini, interviste, fumetti, disegni, ecc.).Tutti gli elaborati inviati, purché attinenti al tema, sono stati pubblicati in questo volume e,  lavori più significativi saranno premiati in una cerimonia dipresentazione si terrà nel mese di maggio.La genesi di questo progetto affonda le sue radici a febbraio dello scorso anno quando la Fondazione Opera Pia Iacono Avellino Conte invitò a Ischia lo psichiatra Paolo Crepet per quella che fu un’opportunità collettiva di riflessione per la comunità isolana, ancora in parte disorientata dalle ricadute del terremoto del 21 agosto.

Quel convegno era parte di un progetto più ampio, che la fondazione ha portato avanti in collaborazione con l’associazione di psicologi “Oltre onlus” ed altri professionisti del territorio. Dal rumore del sisma all’umore provato da chi quel terremoto lo ha vissuto in prima persona per poi raccontarlo agli psicologi che, sin dal primo momento, scesero in piazza in forma gratuita per ascoltare quanti ne avessero avuto il bisogno. Fu proprio da quei racconti che nacque la volontà di raccogliere queste emozioni in unico racconto collettivo per non dimentica e per elaborare quello che può essere stato il lutto di aver perso la propria casa. Un volume che oggi è realtà.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close