CRONACA

Il sindaco dona lampada votiva alla Chiesa della Sentinella

Verrà accesa ogni anno l’8 dicembre, in occasione dei festeggiamenti dell’Immacolata

Una fiamma per illuminare il futuro della comunità di Casamicciola. La giunta del Comune termale, tuttora teso al superamento di uno dei periodi più duri della sua lunga storia, ha approvato la proposta del sindaco Giovan Battista Castagna, il quale ha voluto donare a Maria Santissima Immacolata, che si venera nell’omonimo Santuario nella località della Sentinella, in occasione della festività dell’ 8 dicembre, la lampada da lui acquistata a nome di tutta la Comunità Casamicciolese, proprio come segno di vita e rinascita dopo i terribili eventi del 21 agosto 2017.

Come si legge nel documento dell’esecutivo, mai come in questo momento storico Casamicciola sta vivendo l’ora più buia della sua storia recente, da quando la terribile sera di due anni fa costrinse tutti i cittadini a fare i conti con il dolore, con la distruzione, con la morte, ma anche e soprattutto con la forza della rinascita dell’intero paese. E in queste difficoltà le istituzioni ecclesiastiche, nella più antica tradizione di questa terra, sono state a fianco della comunità casamicciolese, dando sostegno alla gente nel fronteggiare i loro bisogni, piccoli e grandi, così come fece colui che forse è il più illustre casamicciolese, il Venerabile Parroco Don Giuseppe Morgera, all’indomani del catastrofico terremoto del 1883. Nei due trascorsi dal 21 agosto 2017 sono state, seppur parzialmente, riaperte tre chiese danneggiate su cinque. Un segnale importante, soprattutto per quei cittadini che oggi vivono in altre zone dell’isola, e che possono tornare in quei luoghi che per loro rappresentano un forte segno di identità spirituale e di aggregazione.

Il mese scorso fu proprio il sindaco Castagna a proporre al Parroco di poter donare a nome del Comune di Casamicciola Terme, in concomitanza con i festeggiamenti per la SS. Immacolata che cadranno il giorno 8 Dicembre, una lampada votiva che annualmente l’Amministrazione si farà carico di tenere accesa e da conservarsi presso il Santuario della SS. Immacolata. Proposta accolta poi positivamente dal Parroco.

La lampada, offerta in dono a nome dell’Amministrazione e di tutta la cittadinanza del Comune di Casamicciola Terme come segno di rispetto verso la Vergine Maria e acquistata a cure e spese dello stesso Sindaco, oltre ad avere in primis un forte valore simbolico e di speranza, è di pregiata fattura, bagnata in argento, composta da pezzi di antiquariato risalenti alla fine del 1700 e reca incisa la dedica “Il Sindaco Giovan Battista Castagna e l’Amministrazione Comunale vollero accendere e alimentare in perpetuo questa lampada alla Vergine Immacolata, Alba della nostra redenzione, Stella del mattino che sempre risplende su Casamicciola nell’ora della prova. 8 dicembre A.D. MMXIX”.

Nell’ottica di sincera collaborazione tra l’istituzione civile e quella religiosa l’accensione annuale da parte del sindaco della lampada, nel giorno dei solenni festeggiamenti dell’ Immacolata, «rappresenterà quella fiamma di speranza – continua la delibera – che alimenterà sempre il lavoro quotidiano dell’Amministrazione Comunale per il bene della sua terra, accrescendo in ogni abitante la solida certezza che Casamicciola, proprio come quella lampada, non si spegnerà mai, ma anzi brillerà per sempre, pur nell’oscurità e incomprensibilità di alcuni suoi momenti storici».

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close