Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Il “Sistema Romeo” interessò anche Ischia

Favori e utilità da destinare a diversi beneficiare per garantirsi le giuste aderenze in in diversi settori. La soprintendente romana Rossella Pesoli e il soggiorno di una settimana presso l’Hotel Excelsior, con due imprenditori tra i 46 rinviati a giudizio: dovranno difendersi dall’accusa di favoreggiamento

Per lavorare in un settore come quello della Sanità servivano le giuste aderenze. E così Alfredo Romeo e la ditta del cognato avevano bisogno di reperire una serie di “contatti”. E’ questo in sintesi il quadro accusatorio che ha visto il rinvio a giudizio di 46 persone, con una vicenda che tocca in maniera marginale anche la nostra isola: non così marginale, evidentemente, secondo il gup Stefania Cangiano, da mandare a processo anche due imprenditori ischitani decisamente noti e conosciuti sul territorio.

excelsior

Tra coloro che dovrebbero difendersi da una serie di accuse tra cui traffico di influenze illecite figura anche l’ex governatore della Regione Campania, Stefano Caldoro. Ma tra gli imputati – nel procedimento che vedrà il suo inizio nel prossimo mese di maggio – ci sono anche altri personaggi illustri, tra funzionari pubblici, esponenti delle forze dell’ordine ed anche manager come Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli 1. Le accuse a vario titolo sono associazione a delinquere, falso ideologico, favoreggiamento, emissione di fatture per operazioni inesistenti, frode nelle pubbliche forniture, rivelazione ed utilizzazione di segreto d’ufficio, distruzione di atti, furto di energia elettrica ed accesso abusivo al sistema informatico. Insomma, contestazione davvero variegati ed in alcuni casi almeno sulla carta impossibili da “legare” tra loro, a dimostrazione di come l’attività investigativa sia stata condotta ad ampio spettro dai pubblici ministeri Henry John Woodcock e Celeste Carrano.

procura della repubblica

Ma in che misura Ischia è coinvolta in questa inchiesta? Secondo l’impianto accusatorio tra le presunte utilità beneficiate da chi si sarebbe dimostrato vicino al sistema Romeo figuravano piante, viaggi, soggiorni e posti di lavoro. E qui arriviamo al dunque. Rossella Pesoli, funzionario della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggi del Comune di Roma, avrebbe ricevuto un soggiorno per lei e la figlia presso l’Hotel Romeo (con tanto di percorso benessere e cena stellata al ristorante “Il Comandante”) ma anche una settimana di lusso e comodità – condita con un’altra serie di benefit, all’Hotel Excelsior di Ischia, accorsata struttura a cinque stelle ubicata in località Lido e facente capo al gruppo Leohotels. Un episodio questo ritenuto sufficiente a far scattare l’accusa di favoreggiamento nei confronti di Mario Leonessa ed Elena Leonessa, parimenti rinviati a giudizio. Ma perché la Pesoli avrebbe ricevuto un tale trattamento? Il funzionario era responsabile unica del procedimento per i lavori edili affidati alla Romeo Gestioni e ad un’altra società napoletana per la trasformazione di Palazzo Capponi in un hotel a due passi da Piazza del Popolo nella capitale.

Hotel Romeo

Lungi da noi voler trarre conclusioni affrettate senza conoscere atti e fatti, ma nell’intreccio che vedrebbe coinvolti Romeo e la Pesoli non si capisce in che misura i due Leonessa possano avere ricoperto un ruolo come quello di “favoreggiatori”, ma è altrettanto evidente che se il gip non ha deciso di archiviare la loro posizione ha ritenuto che ci fossero elementi a sufficienza per poter sostenere l’accusa. Il processo, a questo punto, servirà a capire se davvero siamo davanti a un intrigo in cui Ischia riveste un ruolo significativo o se le accuse finiranno con lo sgonfiarsi.

L’ELENCO DEGLI IMPUTATI

Di seguito riportiamo la generalità complete dei 46 imputati che dovranno difendersi dalle accuse loro indirizzate nel corso del processo che inizia a maggio, ricordiamo che tra parentesi troviamo età e residenza del soggetto: Donatella Amore (49, Portici), Fabio Angelico (66, Roma), Giovanni Annunziata (68, Napoli), Italo Bocchino (63, Napoli), Antonio Bottini (Montecorvino Pugliano), Emanuele Caldarera (64, Napoli), Stefano Caldoro (60, Napoli), Biagio Castiello (51, Casoria), Attilio Coppola (61, Corbara), Domenico D’Ambrosio (50, Frattaminore), Francesco D’Ambrosio (50, Ercolano), Stefania De Angelis (48, Castel San Giorgio), Leandro De Felice (64, Montesanto), Gennaro De Simone (64, Vomero), Antonello Ercole (40, Fuorigrotta), Salvatore Esposito (75, San Giovanni a Teduccio), Vincenzo Esposito (61, Napoli), Giovanni Facchini (61, Roma), Arturo Grezio (64, Fuorigrotta), Agostino Iaccarino (57, Napoli), Vincenzo Infante (53, San Giovanni a Teduccio), Maria Lanza (68, Montesanto), Elena Leonessa (50, Ischia), Mario Leonessa (78, Ischia), Natale Lo Castro (67, Aversa), Tommaso Malerba (54, Caserta), Carlo Mannelli (66, Roma), Antonio Martino (45, Napoli), Salvatore Mattiucci (66, Museo), Carmen Minopoli (43, Giugliano), Gaia Montuoro (41, Pozzuoli), Federico Orlandi (54, Posillipo), Giovanni Paragliiola (51, Camaldoli), Gaia Perrone (35, Napoli), Rossella Pesoli (66, Roma), Alfredo Romeo (68, Posillipo), Diego Romeo (37, Posillipo), Sergio Rosanova (70, Mergellina), Francesca Russo (33, Cava de Tirreni), Ivan Russo (40, Napoli), Raffaele Scala (53, Aversa), Gennaro Silvestro (55, Casoria), Roberto Soprano (48, Napoli), Achille Tatangelo (54, Napoli), Enrico Trombetta (55, Napoli), Ciro Verdoliva (56, Napoli).

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x