CULTURA & SOCIETA'

Il Sole sulle Barriere, il Garante dei Disabili a colloquio con le associazioni

Sabato mattina il mondo dell’associazionismo isolano si è riunito presso la Biblioteca Antoniana di Ischia per un confronto con il Garante dei Disabili, il professore Raffaelel Brischetto, sulle problematiche del territorio territorio isolano inerenti la disabilità. L’evento è stato anche un’ occasione per illustrare la mission della neonata figura istituzionale

Era stato istituito in seno all’amministrazione di Ischia nel Marzo dello scorso anno con un’apposita delibera di Consiglio Comunale. Solo due mesi fa si era però proceduto all’effettiva nomina da parte dell’ente comunale che aveva scelto, per ricoprire tale carica, il professore Raffaele Brischetto, responsabile della UILDM di Ischia e Procida da sempre molto attento alle problematiche dei diversamente abili. E sabato mattina, il Garante dei disabili, figura introdotta dall’amministrazione di via Iasolino al fine di promuovere programmi di agevolazione per l’accessibilità dei servizi e l’eliminazione di ogni tipo di barriera sia architettonica che burocratica per i cittadini diversamente abili, si è finalmente presentato ufficialmente alla popolazione isolana in un pubblico summit “Il sole sulle barriere”, tenutosi presso la Biblioteca Antoniana di Ischia.

Un incontro questo, promosso per illustrare la mission di tale incarico, ma anche per fare il punto della situazione sulle problematiche isolane e  sui recenti traguardi raggiunti  sul territorio nostrano in tema di disabilità. Tante, infatti, le iniziative portate avanti in questi ultimi tre anni dalla UILDM  in collaborazione con varie associazioni isolane, in primis Lions Club e Rotary International nell’ambito del progetto “IO SONO FILIPPO”, volto all’abbattimento delle barriere architettoniche e non solo, ma altrettante, al contempo,  ancora le sfide che si dovranno affrontare nel prossimo ed immediato futuro. La pedalata comoda del 2016, l’acquisto di diverse sedie job per consentire ai diversamente abili di poter andare a mare d’estate e quella trekking per andare in montagna, l’abbattimento delle barriere architettoniche nella caserma dei carabinieri di Ischia, nell’ufficio postale di via Alfredo De Luca e quello ancora in corso nel municipio di via Iasolino, seppure abbiano rappresentato dei traguardi significativi, sono tuttavia  ancora soltanto delle gocce in un mare di disservizi di un’isola che è ancora lontana da essere a prova di disabile, non solo in termini logistici, ma anche in termini burocratici e sociali. Troppe, infatti, ancore le famiglie lasciate  spesso da sole dalle stesse istituzioni competenti a lottare per il diritto dei propri figli ad  una vita dignitosa,  come troppi anche i diversamente abili che finiscono per essere vittime di un sistema sanitario sociale e politico che non da loro i giusti ed adeguati servizi. Oggi, però, l’istituzione del Garante dei disabili, ad Ischia, prima amministrazione dell’isola, lo ricordiamo, ad aver introdotto tale figura, seguita a ruota soltanto da quella di Barano che purtroppo, però, non ha ancora scelto il nome di chi andrà a ricoprire la suddetta carica, potrà essere un ulteriore punto di riferimento e di supporto per tanti cittadini nella risoluzione di determinate criticità. «Quella del Garante del disabile – ha esordito l’avvocato Adriano Mattera che, oltre essersi fatto portatore di varie istanze a tutela dei diversamente abili di Ischia e Procida insieme all’ associazione Federconsumatori e alla sezione isolana della Uildm, è oggi da supporto alle attività  del Garante stesso –  è una figura importantissima. Per la prima volta le esigenze dei disabili non saranno più portate avanti soltanto da un’associazione, ma anche dall’istituzione locale. Purtroppo sappiamo tutti che ci sono ancora tanti disagi qui sull’isola. Ad Ischia ci sono tante associazioni che operano nel settore della disabilità. Quello che però manca sul nostro territorio è proprio la coesione. Questo incontro rappresenta un  primo importantissimo passo per cercare di fare rete». Obiettivo del summit, non solo, quindi,  la presentazione della figura del Garante dei disabili, ma anche e soprattutto l’avvio di un percorso sinergico tra le associazioni che, a vario titolo, sul territorio isolano si battono per la difesa dei diritti dei diversamente abili.

«Ci aspettiamo – ha dichiarato il professore Brischetto – una maggiore collaborazione da parte di tutte le associazione, presenti sul territorio, che si occupano di disabili e che sono alla fine la massima espressione delle esigenze dell’isola. Come Garante, insieme all’avvocato Mattera, cercheremo di risolvere i problemi che ci verranno fatti presenti». L’incontro organizzato presso la Biblioteca ischitana è stato, quindi, anche un momento di confronto tre tutte le associazioni sulle varie problematiche che attanagliano l’isola:dai tagli  dei servizi che periodicamente si paventano per il centro DHC,  alle ultime vicende di Villa Mercede, fino ad arrivare alle ormai tristemente note vicissitudini dei  pazienti psichiatrici del centro di Salute mentale di Ischia che restano ancora in attesa della riattivazione della SIR. Grande comune denominatore in tutte queste vicende, secondo il parere del mondo dell’associazionismo isolano, il pressappochismo mostrato nei confronti di Ischia non solo della Asl Napoli2 Nord , ma anche dalle stesse istituzioni politiche locali che fin’ora sono state  poco capaci  di dare risposta concreta alle tante criticità: prime fra tutte quelle relative all’assistenza domiciliare, sempre più spesso inadeguata, e l’assenza di strutture socio-sanitarie sufficientemente  adatte a rispondere alle esigenze della popolazione .«La politica – è stato il monito dell’associazione Isole D’Amore – deve avere la capacità di  cogliere i bisogni del territorio e tradurli in quelle che potrebbero essere risposte concrete, insieme alla ASL e alle stesse associazioni. Ormai, si sono superati alcune tipologie di assistenza domiciliare e bisogna trovare nuove forme.  La presenza del Garante dei Disabili, allora, avrà senso anche se andrà in questa direzione».  

Le sfide per la comunità isolana sul fronte della disabilità in ogni suo aspetto, saranno, dunque, molteplici e sarà compito del Garante dei disabili  farsi portavoce, a nome sia della associazioni che dei singoli cittadini, di tutte le  azioni necessarie. E  rra i prossimi obiettivi delle attività del Garante, l’abbattimento delle barriere architettoniche presso il Comando dei Vigili di Ischia e rendere l’area portuale a prova di disabile.

«Per la risoluzione di determinate problematiche- ha commentato Adriano Mattera-  a mio parere non è necessaria chissà quale competenza. Serve più che altro la voglia di risolvere queste criticità». « Mi piace  sempre rimarcare- ha concluso il giovane avvocato-  quanto ho letto in una sentenza relativa agli autobus di Roma che non erano a misura di disabile: il disabile non deve rivendicare costantemente i propri diritti. Sono convinto, quindi,  che  lavorando tutti insieme possiamo invertire poco a poco questa tendenza».

Annuncio

Ricordiamo, comunque, che lo sportello del Garante è attivo ogni lunedì presso il piano terra del Comune di Ischia dalle ore 10.00 alle ore 11.00

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close