ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Il triangolo tra Cesaro. Monti e Rumolo

ISCHIA – Sono davvero svariate, e scottanti, le intercettazioni telefoniche contenute nell’ordinanza firmata dalla dott.ssa Picciotti. Una, in particolare, è decisamente curiosa e singolare. E’ il 23 novembre del 2011 e si svolge un importante incontro al quale prendono parte Carlo Savoia della C.I.T.E. e Oscar Rumolo (versante imprenditoriale ed amministrativo) ma anche Luigi Cesaro come rappresentante politico. Il funzionario lacchese si trova proprio negli uffici di Cesaro e questo lo si evince da una conversazione che segue tra lo stesso Rumolo e Carmine Monti, che nell’ordinanza viene definito “personaggio strettamente legato al Rumolo ed a De Siano” e nel corso della quale proprio Rumolo passa il telefono a Cesaro:

CARMINE – Caro, dimmi

OSCAR – Carmine, ti passo un attimo il presidente

CARMINE – Sì

Nella conversazione interviene il presidente della Provincia, Luigi Cesaro.

CESARO – Come stai?

CARMINE – Presidente, come va?

CESARO – Tutto bene, stiamo lavorando da quattro, cinque mesi ma il protagonista è lui!

CARMINE – Io ti ringrazio, ti ringrazio ma io… Oscar e Mimmo a lungo

CESARO – Sì, sì…

CARMINE – Ma io ad Oscar gliel’avevo sempre detto… ho detto informa sempre il presidente… te lo ha detto?

CESARO – No, no… è la verità… poi pure Mimmo… poi gli ha detto… ci vediamo insieme qualche giorno, va bene?

CARMINE – Come no, mi fa piacere, molto piacere, va benissimo

CESARO – Ciao, un abbraccio, in bocca al lupo

CARMINE – Crepi il lupo

CESARO – Ciao, ciao

E poi un altro retroscena, con Rumolo che prima di uscire dagli uffici della Provincia incontrava nuovamente Cesaro e in un’altra telefonata immediatamente successivo lo osanna pronunciando la frase “presidente, mi inchino alla tua potenza”.

 

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close