INCHIESTE

Il turismo ai tempi del coronavirus, ma a Ischia c’è stato davvero il crollo?

Un’interessante analisi dello staff del portale Hotelrevision.com basata su dati ufficiali di booking: una ventata di ottimismo in un momento decisamente critico. E non mancano sorprese…

I dati, è meglio dirlo in premessa, sono di parte. Anche se sembrerebbero confortati da dati e statistiche sulla carta inoppugnabili. Ma siamo davanti ad un’analisi che in ogni caso vogliamo prendere in considerazione, anche perché in un momento così difficile per il turismo in genere – e quello ischitano purtroppo non fa certo eccezione – costituisce una ventata d’ottimismo. Di cui, inutile negarcelo, abbiamo tutti bisogno.

L’analisi di cui ci apprestiamo ad esporre è quella del portale di revenue hotelrevision.com che si pone un quesito: “Coronavirus e le prenotazioni a Ischia: c’è stato davvero il crollo?”. Dopo aver spiegato che la fonte è ufficiale e attendibile, parliamo infatti di booking.com, nella dettagliata analisi si legge: “Che il CoronaVirus abbia provocato degli effetti devastanti sull’economia italiana c’è poco da discutere. È un fatto accertato e conclamato, purtroppo. Abbiamo, però, provato a capire come abbia inciso il Covid-19 sull’andamento delle prenotazioni a Ischia. A noi piace parlare con i numeri e con i fatti, al netto delle opinioni di ognuno di noi. Ma, senza fatti, un’opinione resta un’opinione. Senza dati, un parere resta un parere”.

Una premessa importante e significativa prima di entrare nel vivo e sviscerare una serie di dati e numeri in una sezione in cui si annuncia che le prenotazioni sull’isola verde a lungo termine sarebbero addirittura in crescita. Lo staff di hotelrevision scrive infatti: “Male marzo e aprile, luglio e agosto bene. Ma andiamo con ordine. Il CoronaVirus sembra che non abbia per nulla scoraggiato la cosiddetta ‘prenotazione in anticipo’ a Ischia. Quella, cioè, che si facevano tanti anni fa (e chi sa già quando può andare in ferie a mesi di distanza). Ebbene, nella settimana dal 21 al 28 febbraio 2020 le prenotazioni dai 30 ai 90 giorni sembrano in crescita rispetto allo scorso anno. Sembra paradossale, ma è così. Basta vedere il grafico. Cosa significa questo? Che il CoronaVirus ha avuto effetto a Ischia (per ora, e ci auguriamo che così rimanga!) per prenotazioni last-minute o che rientrano nei 30 giorni. In futuro? Non lo sappiamo, magari andrà peggio, magari andrà perfino meglio”. Viene poi sviscerato un altro dato, ritenuto parimenti significativo: “La media di prenotazioni in anticipo – spiega lo staff del portale – risulta addirittura superiore rispetto a quella degli stessi 7 giorni dello scorso anno, cioè dal 21 al 28 febbraio. Noi, per strategia aziendale, pensiamo sempre a come risolvere i problemi e non certo a piangerci addosso e proviamo a leggere i dati, al netto di ciò che la situazione è effettivamente. Marzo e Aprile, quindi, sono i mesi a Ischia in cui ‘tenere duro’: sembra che nei periodi ‘caldi’ (in tutti i sensi) estivi, per ora, la situazione è abbastanza gestibile. Probabile che si pensi alla scomparsa del CoronaVirus per l’estate (e speriamo davvero che sia così!) e all’opportunità, comunque, di risparmiare prenotando in anticipo”.

Nel paragrafo successivo, infine, si parla di trend economico negativo ma si fanno anche delle opportune precisazioni. Hotel Revision infatti ricorda: “Sempre ragionando nella settimana dal 21 al 28 febbraio e prendendo come fonte booking.com, per quanto riguarda il dato economico sembra che il CoronaVirus a Ischia abbia inciso. Ma ragioniamo. Come abbiamo detto, i dati vanno interpretati. Considerato che, ormai, Marzo è andato, è proprio il terzo mese dell’anno a far crollare il dato. Per quanto riguarda aprile, però, si registra un -29% ma ci sono due varianti da considerare: Pasqua, a differenza del 2019, cade con un largo anticipo (domenica 21 aprile nel 2019 e domenica 12 aprile nel 2020) e il 25 aprile, festa nazionale, cade di sabato. Un giorno, di per sé, già ‘mezzo festivo’. Allarmante può sembrare il dato di maggio ma qui c’è un altro aspetto da considerare: il tempo. L’anno scorso, infatti, in questo mese a Ischia è praticamente piovuto ogni giorno e, si sa, molte persone sono ‘sensibili’ alle condizioni meteo. Come ogni anno, a maggio si concentra un numero folto di prenotazioni last minute ed è probabile che, appena finirà l’emergenza CoronaVirus, accadrà anche quest’anno”.

Articoli Correlati

2 Commenti

  1. Buongiorno. Sono Canadese ed ho una prenotazione per la settimana del 30 Giugno 2020.

    Sara possibile viaggare ovunque sull’isola di Ischia con una vespa?

Rispondi

Back to top button
Close