CULTURA & SOCIETA'

Il Vescovo Lagnese festeggia il suo onomastico in sordina ai piedi di San Pietro Oggi per la ricorrenza del santo apostolo pescatore niente festa all’aperto

IL MESSAGGIO AI FEDELI DEL PARROCO DON AGOSTINO IOVENE PRIMA DELLA FESTA /“ Carissimi, il tempo che viviamo non ci permette di svolgere la festa come di consueto. Che sia questa l’occasione per riscoprire il centro della nostra fede. Come Pietrro mettiamoci alla sequela del Maestro per imparare a vivere a pieno la nostra vita! Sotto la protezione della Stella del Mare, prendiamo il largo verso il porto sicuro: Gesù Cristo. Nel tempo delle incertezze e delle paure, solo l’incontro cn il Signore può donarci nuove prospettive per il futuro. Sia questo il tempo per imparare ad ascoltarlo seguendo i passi del Santo Pescatore, sicuri di essere guidati e sostenuti dallo sguardo materno della Vergine delle Grazie. Che la festa diventi una condizione di vita nella quale riconoscere la presenza di Dio, sempre anche nelle difficoltà di questo tempo ! A tutti Buona Festa nel segno della conversione del Cuore !”

La prestigiosa parrocchia Maria Santissima delle Grazie di San Pietro a Porto d’Ischia ottimamente retta dall’anno 1989 dal Parroco Don Agostino Iovene è in festa, sia pur ridotta, per la ricorrenza oggi della solennità del grande apostolo pescatore San Pietro e di San Paolo. I festeggiamenti quest’anno 2020 si sono ritrovati spogliati da vari eventi simili a quelli dello scorso anno che già da subito potevano essere scritti nel libro della storia della parrocchia.

MARIA SS. DELLE GRAZIE

Quindi San Pietro in Festa 2020 con tutti gli appuntamenti clou saltati, per via della emergenza sanitaria da Coronavirus-covid-19 che ormai sta bloccando ogni evento di questa estate così anomala. Si sarebbe trattato dell’appuntamento di mercoledì scorso 24 giugno quando per la seconda volta sarebbe stata portata in processione la statua di San Pietro fino alla spiaggia per la benedizione del mare prima dell’intronizzazione in chiesa; quello di sabato scorso 27 giugno presentato come la Festa del Pescatore,ancora quello di ieri sera domenica 28 giugno per ricordare Settembre sul Sagrato vecchia iniziativa di spettacolo all’aperto di cui si sente la nostalgia. Inoltre quello solenne di oggi lunedì 29 giugno con processione e fuochi pirotecnici s serali sulla spiaggia intitolata al santo pescatore.

L’INTRONIZZAZIONE
DEL SANTO PESCATORE

Attraverso il nuovo centro parrocchiale inaugurato da qualche anno, la comunità di San Pietro con i giovani vive oggi una nuova realtà di aggregazione, partecipazione e fede cristiana. Anche per questo i festeggiamenti solo interni in onore di San Pietro appaiono già dalla intronizzazione della bella statua del Santo Apostolo Pescatore fino ad oggi giorno della solennità, con un diverso interesse. Le origini del Santo Apostolo Pescatore Pietro influenzano tangibilmente la comunità che vive ed opera attorno alla chiesa omonima e ne avverte la istruttiva dipendenza. Va detto altresì che in parrocchia si persegue con successo la politica dei giovanissimi, protagonisti anche nell’adorazione animata dell’Eucarestia Comunitaria, nell’affidamento ai Santi Patroni durante la messa dei primi vespri della solennità sanpietrina e sanpaolina.. Oggi lunedì 29 giugno, ricorrenza appunto dei Santi Pietro e Paolo, la chiesa Tempietto di San Pietro ad Ischia si illuminerà della luce divina dei santi apostoli e si profumerà degli odori magnifici della fede che vive ciascun parrocchiano chiamato ad essere presente con l’anima e col corpo ai momenti di preghiera e di riflessione animati dai giovani della parrocchia e guidati dal predicatore e dal Parroco Don Agostino Iovene.

LE STORICHE STATUE DELLA
MADONNA DELLE GRAZIE E DI
SAN PIETRO INTRONIZZATE INSIEME

Questa mattina l’accattivante suono a distesa delle campane annuncia questo lieto e festoso del Lunedì del Signore in cui si festeggia il grande Santo pescatore Pietro. Alle 10,30 Il Pontificale e la concelebrazione Eucaristica dei Parroci di Porto d’Ischia presieduta dal Vescovo d’Ischia Sua Eccellenza Mons. Pietro Lagnese che festeggia anche il proprio onomastico. A mezzogiorno in punto potrebbe aver luogo lo sparo dell’attesa Diana quale segnale forte di un giorno festivo molto sentito. Prima dei festeggiamenti in onore di San Pietro, il parroco Don Agostino Iovene ha voluti lanciare il seguente messaggio a tutti i fedeli: “ Carissimi, il tempo che viviamo non ci permette di svolgere la festa come di consueto.

L’ATTIVO COMITATO DI SAN PIETRO

Che sia questa l’occasione per riscoprire il centro della nostra fede. Come Pietrro mettiamoci alla sequela del Maestro per imparare a vivere a pieno la nostra vita! Sotto la protezione della Stella del Mare, prendiamo il largo verso il porto sicuro: Gesù Cristo. Nel tempo delle incertezze e delle paure, solo l’incontro cn il Signore può donarci nuove prospettive per il futuro. Sia questo il tempo per imparare ad ascoltarlo seguendo i passi del Santo Pescatore, sicuri di essere guidati e sostenuti dallo sguardo materno della Vergine delle Grazie. Che la festa diventi una condizione di vita nella quale riconoscere la presenza di Dio, sempre anche nelle difficoltà di questo tempo ! A tutti Buona Festa nel segno della conversione del Cuore !”Giovedì 2 luglio la comunità parrocchiale di San Pietro insieme al parroco Don Agostino Iovene festeggia la ricorrenza della Santa Patrona Maria Santissima delle Grazie a cui lo storico tempio comunale è intestato con le lodi mattutine e con messa in serata e celebrazione del Sacramento dell’Unzione degli Infermi

Foto Giovan Giuseppe Lubrano

antoniolubrano194i@gmail.com

info@ischiamondoblog.com

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close