CRONACA

IL VOX POPULI Ospitalità, i turisti promuovono Ischia a pieni voti

DI MARCO MARTONE

Un autobus proveniente dal nord, giunto ad Ischia in pieno periodo di emergenza Coronavirus, quando ancora non era interdetto il trasferimento da regione a regione, aveva scatenato l’inferno. E non tanto per le preoccupate proteste di alcuni residenti dell’isola, che temevano la diffusione del contagio a causa della presenza sul territorio di turisti in arrivo dalle zone maggiormente colpite dal virus. Il vero caos fu causato dalla ridda di polemiche scatenata, a livello nazionale, sull’isola verde, tacciata di una sorta di “razzismo di ritorno”, nei confronti di chi da anni ha riversato sui meridionali ogni sorta di pregiudizio. A distanza di cinque mesi, con emergenza Covid non ancora del tutto superata ma in un contesto generale di maggiore tranquillità, la situazione è completamente cambiata. L’isola si è dimostrata, come sempre, pronta all’accoglienza e capace di coccolare i turisti provenienti da ogni parte del Paese. In assenza degli stranieri, che ancora non hanno fatto la loro comparsa, Ischia traccia un primo bilancio sul turismo nazionale. E tutto sommato i giudizi dei vacanzieri sono piuttosto positivi. 
“Abbiamo trovato accoglienza e cordialità. Veniamo a Ischia da molti anni e sicuramente torneremo anche la prossima estate”, dice Laura insegnante in pensione di Udine, che non manca di avanzare anche una piccola critica. “Ci saremmo aspettati maggiore pulizia – dice – invece abbiamo trovato l’isola un po’ sporca”. 
Ischia promossa a pieni voti anche da un gruppo di motociclisti, che a bordo dello proprie potenti due ruote lanciano messaggi d’amore prima di imbarcarsi per fare ritorno a Reggio Emilia. “La nostra vacanza è stata breve, purtroppo, speriamo di tornare presto. Ischis è un’isola fantastica e abbiamo trovato una grande organizzazione, nonostante il periodo di grande difficoltà”. “L’isola ha superato la prova”, dice Francesco “anche la qualità del mare è stata eccellente”.
Uno spiraglio di speranza c’è anche tra la categoria dei tassisti. Penalizzati, come tanti altri comparti, in questo avvio di stagione così pieno di incognite e incertezze. “Ci stiamo lentamente riprendendo – dice Giuseppe Pesce, uno dei portavoce dei tassisti isolani – i fine settimana registriamo un buon numero di turisti, soprattutto napoletani. Dal venerdì alla domenica l’isola rinasce, durante la settimana il calo è ancora evidente. Speriamo che le prossime settimane segnino la ripresa definitiva”.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button