CRONACA

In partenza per Ischia, derubati a Pozzuoli: vacanza rovinata

Una famiglia piemontese, in procinto di imbarcarsi alla volta della nostra isola, è stata vittima di malviventi che hanno forzato la vettura appropriandosi di tutti i bagagli per un bottino di cinquemila euro. I due coniugi si appellano ai ladri: «Restituite almeno lo zainetto coi quaderni di nostro figlio»

Brutta disavventura quella patita da una famiglia piemontese che era diretta sulla nostra isola per godersi alcuni giorni di vacanza. Lo scorso sabato, arrivati a Pozzuoli con la propria automobile, i tre componenti del nucleo familiare, comprendente anche un bambino di otto anni, avevano deciso di girare a piedi per le strade del centro, prima di imbarcarsi alla volta di Ischia. Parcheggiata l’auto, all’interno della quale ci sono tutti i loro bagagli, la famiglia si allontana passeggiando. Dopo qualche ora, nel primo pomeriggio, l’amarissima sorpresa: i ladri hanno forzato la vettura, spaccando i cristalli, e hanno portato via tutto quello che c’era a bordo, quindi non soltanto le valige coi bagagli, ma anche i tanti doni che erano destinati agli amici così come il denaro e i preziosi, portati con sé per evitare furti in appartamento. Ma tanta cautela è stata vana perché i criminali non si sono fatti spaventare dalla zona relativamente frequentata, e sono passati all’azione “ripulendo” tutta la vettura. Si calcola che in totale il bottino complessivo ammonti a un valore che tocca i cinquemila euro.

Vista la centralità della zona, e una videocamera di sorveglianza posta proprio nei paraggi, c’è da augurarsi che le forze dell’ordine possano per lo meno individuare i malviventi. Tuttavia, paradossalmente, dopo il furto la famiglia non è riuscita neanche a denunciare l’episodio alle autorità, in quanto i vigili urbani erano impossibilitati a intervenire e il vicino Commissariato di Polizia era temporaneamente sprovvisto dell’unica volante. Davvero il colmo per la famiglia che, visto il traghetto in partenza, ha preferito salpare alla volta dell’isola e recarsi al Commissariato di Ischia. C’è comunque un ulteriore risvolto umano in questa spiacevole storia: i ladri hanno infatti rubato anche uno zainetto del bimbo, nel quale c’erano i libri di scuola e vari quaderni con disegni che sarebbero stati regalati ai suoi amici di Ischia. La famiglia ha quindi lanciato un pubblico appello ai ladri, chiedendo almeno di poter riavere lo zainetto. Si spera che i balordi possano avere almeno un minimo rimorso di coscienza e riconsegnare questa piccola parte del maltolto al legittimo piccolo proprietario.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button