Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Incarichi agli avvocati, la giunta pronta a varare la nuova delibera

Sarà istituito un nuovo elenco di professionisti a cui affidare le controversie in cui è coinvolto l’ente del Capricho. Previste specifiche sezioni per una maggiore “specializzazione”

La giunta municipale guidata dal sindaco Castagna è pronta a varare le nuove disposizioni in materia di conferimento degli incarichi legali. Via dunque i vecchi elenchi dei professionisti esterni. L’esecutivo del Capricho dovrebbe siglare a stretto giro la delibera di giunta con cui saranno approvati, oltre alle disposizioni organizzative, anche lo schema generale di convenzione e l’allegato relativo alla tipologia dei compensi. In sostanza, si tratta di un corposo provvedimento che andrà a soppiantare o quantomeno a integrare quanto previsto dalle delibere di giunta n. 94 del 2012 e n. 13 del 2015. Con la prima furono approvate alcune modalità di conferimento di incarichi per le scelte di rappresentanza; venne fra l’altro stabilito l’iter istruttorio e decisionale per le scelte di costituzione in giudizio, prevedendo l’istituzione di un elenco di professionisti dal quale operare all’occorrenza l’individuazione di quello incaricato del singolo patrocinio. Con la seconda delibera venne approvato lo schema generale di convenzione. Adesso l’ente comunale ritiene opportuno “operare il coordinamento di tali discipline, a volte confermandole, come con riguardo all’iter decisionale e istruttorio per la scelta di costituzione in giudizio, a volte integrandone il contenuto, anche alla luce delle recenti novità di rango legislativo e degli indirizzi dell’Autorità nazionale per la prevenzione della corruzione”. In sostanza va considerata l’entrata in vigore del nuovo codice dei contratti pubblici (il famoso D.lgs. 50/2016), che ha distinto le fattispecie degli incarichi legali puntuali, da quelle degli incarichi continuativi, oltre alla recente delibera dell’Anac del 24 ottobre 2018 sulle linee guida per l’affidamento dei servizi legali e le norme sull’equo compenso emanate un anno prima.

Il provvedimento dell’esecutivo casamicciolese andrà a sostituire le delibere di giunta n. 94 del 2012 e n. 13 del 2015

Al posto di quello esistente, verrà istituito un nuovo elenco di avvocati, sulla base delle richieste di iscrizioni dei professionisti che dovranno, a pena d’inammissibilità, non solo dare atto dei requisiti di ammissione, ma anche riportare l’accettazione del nuovo schema di convenzione e della misura dei nuovi compensi (come previsto nei rispettivi allegati).

SEZIONI. L’elenco dei professionisti sarà articolato nelle materie dove si concentra statisticamente la maggior parte del contenzioso, e cioè quella civilistica, tributaria, amministrativistica, lavoristica. È stato quindi ritenuto opportuno istituire otto sezioni, prevedendo per ciascuna di queste materie quattro elenchi relativamente alle giurisdizioni “non superiori”, e altri quattro elenchi per il patrocinio presso le giurisdizioni superiori, cioè Cassazione Civile, Cassazione sezione lavoro, Cassazione sezione tributari, Consiglio di Stato.

Allo scopo di ottenere dai professionisti una maggiore specializzazione, il Comune ha ritenuto di richiedere che le domande di iscrizione rechino, a pena di inammissibilità, l’indicazione per le giurisdizioni “non superiori” di almeno una e non più di due delle 4 sezioni indicate e, similmente, nel caso in cui il professionista sia abilitato al patrocinio presso le giurisdizioni “superiori”, di almeno e non più di due delle 4 sezioni riguardanti queste ultime. Comunque, gli avvocati che risultano già iscritti negli elenchi del Comune non saranno esonerati dal produrre apposita domanda di iscrizione, visto il mutamento sia pur parziale dei presupposti per l’iscrizione, mentre verranno cancellati coloro che hanno perso i requisiti per l’iscrizione, hanno rinunciato senza giustificato motivo a un incarico, non hanno assolto con puntualità e diligenza gli incarichi loro affidati o che sono comunque responsabili di gravi inadempienze.

Ads

Naturalmente, all’interno dell’ambito di coloro che siano iscritti nell’apposita sezione dell’elenco, l’assegnazione dell’incarico avverrà nel rispetto, a parità di condizioni, del principio di rotazione tenendo conto complessivamente della competenza tecnica generale e speciale, quest’ultima riferita alla sezione prescelta, oltre che dell’eventuale particolare attinenza tra le tematiche riguardanti la specifica controversia e quanto emerge dal curriculum. Sarà criterio di preferenza l’eventuale evidente consequenzialità con altri incarichi aventi lo stesso oggetti, come nei gradi successivi al primo quando il professionista abbia seguito il primo grado.

Ads

 La bozza del primo allegato, quello relativo alle disposizioni organizzative, a meno di ulteriori modifiche dell’ultim’ora dovrebbe prevedere diciassette articoli. Altri dodici sono compresi nello schema generale di convenzione. Nel terzo e ultimo allegato, infine, saranno previste le tabelle della tipologia dei compensi.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x