CRONACA

Incidente a Casamicciola, auto si ribalta in via Nizzola

Una Renault Scenic si è ribaltata in discesa nella strada del comune termale andando a sbattere contro una Smart in salita. Tanta paura per i conducenti che non hanno riportato ferite significative

Attimi di paura in una delle strade periferiche del comune termale. Due autovetture sono state coinvolte in uno spettacolare incidente in via Nizzola, la piccola strada che da piazza Bagni, a poca distanza dal Dok e da Villa Stefania conduce fino a piazza Maio. Una Renault proveniente dall’alto si è ribaltata mentre stava imboccando la discesa andando a urtare contro una Smart che sopraggiungeva invece dal basso. Non di rado – segnalano i residenti e chi è solito utilizzare la comoda scorciatoia che congiunge due delle piazze più popolose di Casamicciola – la piccola stradina abbracciata da parracine e fitta vegetazione è imboccata dalle autovetture a una velocità decisamente pericolosa per una strada che ha una pendenza notevole e che in condizioni di umidità o pioggia diventa particolarmente sdrucciolevole.

L’incidente, spettacolare e pericoloso, pare non abbia procurato ferite importanti ai due conducenti delle autovetture. Soluzioni? C’è chi addirittura richiede a gran voce la chiusura delle strada, quando poi in realtà basterebbe solo imboccare certe strade a una velocità che non arrechi danno a se stesso o agli altri. Difficile capire se è il caso di questo ennesimo incidente sulle strade isolane. Le prime testimonianze parlano dell’auto che si è ribaltata uscita da una delle traverse che conducono alle numerose abitazioni che si trovano in zona. Ma il monito è fondamentale ed è doveroso ricordarlo, soprattutto in un periodo in cui l’isola sta vivendo un’inedita attenzione per la sicurezza stradale. Potrebbe finalmente rivelarsi il vero e proprio anno zero per un’isola che ha pianto negli anni fin troppe vittime sulle strade dell’isola, insanguinate da una guida spericolata, dalla disattenzione e dalla distrazione.

Foto Franco Trani

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button