Statistiche
PRIMO PIANO

«io, positiva al covid ma costretta a vaccinarmi»

L’incredibile disavventura patita da A.C., che racconta la sua storia: il contagio non registrato dall’ASL dovrebbe costringerla alla somministrazione appena negativizzata pena il mancato rilascio del green pass. Intanto crescono di poco i positivi sull’isola (1.422 al 10 gennaio), ma è l’effetto di un numero cospicuo (299) di guariti

Una vicenda kafkiana, che chi l’ha vissuta ha voluto raccontare personalmente, nella speranza che lo strumento della denuncia possa evitare altri casi analoghi, che somigliano tanto a un labirinto dal quale diventa impossibile uscire. Una storia che si snoda a cavallo tra l’anno vecchio e il nuovo e che davvero è incredibile, al punto tale da sembrare la trama di un romanzo surreale. E invece quello che racconta A.C. è tutto vero e comincia esattamente così: «Il 28 dicembre sono risultata positiva al Covid. Non ho ricevuto neanche una chiamata dall’ASL per effettuare il tampone molecolare di base per confermare l’antigenico. Il 30 dicembre i miei genitori hanno fatto il tampone molecolare dell’ASL e il 31 hanno avuto esito positivo tramite chiamata. Mentre papà parlava con il ragazzo dell’ASL ho preso la chiamata per dirgli che anche io sono risultata positiva. Veniamo tutti convocati il giorno 8 gennaio per il tampone molecolare (diciamo quello di possibile fine quarantena). Faccio presente che però non ho fatto il molecolare di controllo e che quindi per loro io non risulto ancora positiva. Il ragazzo mi rincuora dicendo che è tutto ok e che tamponi molecolari di controllo non ne fanno più perché sono pieni di casi e quindi rimandano tutti ad un unico tampone (strano, tutti hanno fatto almeno due tamponi molecolari, mentre io uno solo antigenico)».

Fin qui le prime perplessità di A.C. ma la parte più allucinante del racconto deve ancora arrivare. La ragazza continua la sua esposizione dei fatti: «Abbiamo fatto 10 giorni di quarantena. Il giorno 8 gennaio facciamo il tampone molecolare al gazebo fuori l’ospedale (dove non puoi entrare se non convocato dall’ASL con tampone antigenico positivo). Il 9 gennaio, arriva l’esito del tampone: Negativo! Il bello viene adesso. Veniamo contattati dall’ASL per alcune procedure e cosa scopro? Per l’ASL non ho mai avuto il Covid perché l’unico tampone molecolare è risultato negativo (giustamente non ho fatto quello di controllo, ma secondo il famoso ragazzo non era un problema) ». Una situazione allucinante? Non ancora, sentite la parte finale del racconto: «La ragazza che mi ha telefonato per dirmi questo ha poi riferito che a questo punto dovrei farmi il vaccino altrimenti non ho diritto al green pass. Ancora non sappiamo se l’errore è dovuto all’ASL, a chi mi ha fatto il tampone, al medico di base, ma sta di fatto che ora dovrei vaccinarmi (per carità sono super pro vax) per un errore non mio ed a quanto so è altamente sconsigliato vaccinare chi è appena guarito dal Covid. Sono veramente senza parole per tutta questa situazione e la ragazza con cui parlavo alla mia affermazione che senza green pass non posso neanche lavorare ha risposto beatamente “e io non ci posso fare niente”». Insomma, ne abbiamo sentite tante, ma in questo caleidoscopio di cose paradossali che stanno succedendo negli ultimi tempi, possiamo tranquillamente affermare che abbiamo quasi toccato l’assurdo. E quel che è peggio, sui social non è mancato chi ha rimarcato di essere a conoscenza di altre persone che si sono trovate nella stessa condizione di A.C.

Nel frattempo dall’Associazione Ingegneri arriva un nuovo aggiornamento sulla situazione legata alla diffusione del contagio sull’isola d’Ischia, stavolta aggiornata al 10 gennaio. Il numero di attualmente positivi è di 1.422, quindi leggermente superiore alle 1.358 unità del penultimo resoconto redatto dall’Associazione Ingegneri Isola d’Ischia, anche se ovviamente un ruolo importante lo gioca anche il numero dei guariti che negli ultimi cinque giorni ha fatto registrare una significativa impennata, dal momento che se ne contano 299. Un dato, questo, che fa capire come la curva del contagio corra ancora e sia destinata purtroppo ad accelerare anche prossimamente. Questi i positivi distribuiti nei sei Comuni isolani: Ischia 432, Forio 363, Barano 254, Casamicciola 189, Lacco Ameno 133, Serrara 51.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x