Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Io resto a casa e osservo la natura, l’iniziativa dello zoologo Rosario Balestrieri

L’invito a tutti i suoi studenti e non solo, osservate e fotografate le specie che abitano i nostri ambienti domestici e impariamo a conoscerle

È ancora una volta il professore zoologo Rosario Balestrieri a coinvolgere i suoi studenti dell’Istituto Comprensivo Anna Baldino di Barano e non solo in un’iniziativa davvero interessante. S’intitola io resto a casa e osservo la natura e l’idea è quella di osservare, ciascuno dal giardino della propria casa, le specie esistenti al fine di raccoglierle in un album condiviso.

«Questa iniziativa – ci racconta il professore – intende raccogliere in un album gli scatti di chi in questi giorni così particolari sta esplorando la #biodiversità osservabile nella propria casa, dalla propria finestra, sul proprio balcone e nel proprio giardino. L’idea è di mostrare le specie che coabitano i nostri ambienti domestici e di aiutarvi a conoscerle, dandovi supporto nell’identificazione o fornendovi notizie sulla distribuzione, comportamento ed ecologia. Vi chiediamo d’inviare alla pagina dell’Associazione Ardea via messaggio, le vostre foto con ubicazione e data, noi le posteremo menzionandovi e sintetizzando alcune informazioni in riferimento alla specie ritratta». Appena un mese fa il professore Rosario Balestieri aveva coinvolto i suoi studenti in un progetto di scienze molto simile insegnando loro l’uso delll’ app Inaturalist per rilevare con il proprio cellulare gli animali, i vegetali e i funghi che vivono sull’Isola di Ischia.

In un mese furono rivelate 77 specie e i ragazzi, novelli osservatori, avranno presto la possibilità di esporre quanto appreso nella prestigiosa Società dei Naturalisti in Napoli al cospetto di studenti universitari e professionisti di settore. Il prof. Rosario Balestrieri, presidente di Ardea, associazione per la Ricerca, la Divulgazione e l’Educazione Ambientale, aveva già coinvolto le sue classi, lo scorso anno, in una interessantissima attività di monitoraggio dello svernamento del raro e minacciato Gabbiano Corso al porto di Ischia. Insomma, il Coronavirus non ferma la passione ed è questo ciò di cui hanno bisogno i nostri giovani per superare questo difficile momento.

Articoli Correlati

Un commento

  1. Buongiorno,
    Un paio di settimane fa ho suggerito ai miei alunni di quarta di osservare e fotografare gli invertebrati del giardino di casa. Mi farebbe piacere farli partecipare all’iniziativa di creare un album condiviso. Ho letto di questa iniziativa in un articolo, ma non ricordo le modalità di partecipazione. Potete aiutarmi? Grazie Rita

Rispondi

Back to top button