ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ischia, 386mila euro per il progetto “Destinazione Aenaria”

ISCHIA. 386mila euro per quattro inseriti nel progetto “Destinazione Aenaria: viaggio attraverso la storia, la tradizione e i luoghi di un’isola che fa sognare. È la cifra stanziata con delibera di Giunta affissa oggi all’albo pretorio dal Comune di Ischia per la realizzazione dei quattro grandi eventi che si svolgeranno da qui a Natale. Sant’Anna, Sant’Alessandro, Festa del Porto e Ischia Ice and Light la quaterna di manifestazioni finanziate con fondi del bilancio del Comune ma coperti in parte con i proventi della tassa di soggiorno. Nello specifico, 286mila euro saranno iscritti sul bilancio 2016, mentre gli altri 100mila euro sul bilancio del 2017.

Il progetto “Destinazione Aenaria” è stato presentato anche alla Regione Campania, all’interno del bando per la realizzazione di eventi di rilevanza nazionale ed internazionale ed iniziative promozionali sul territorio regionale approvato lo scorso 14 giugno dal governo De Luca. Il progetto è stato presentato in partenariato con tutte le amministrazioni dell’isola e con il comune di Monte di Procida, che sostituisce Acerra, scelta lo scorso anno nel progetto legato alla promozione dei Castelli, per consentire al progetto ischitano di ottenere più punteggio in sede di approvazione dei progetti.

La direzione artistica sarà affidata anche quest’anno a Mariagrazia Nicotra, che dopo gli ottimi risultati ottenuti nell’ultima edizione di Sant’Anna si occuperà della realizzazione di tutto il progetto, con un compenso netto di 6500 euro già stabilito all’interno della stessa delibera. L’ufficializzazione della sua nomina ci sarà lunedì, contestualmente alla presentazione ufficiale del progetto “Destinazione Aenaria”.

L’evento di punta del progetto non può che essere ancora una volta Sant’Anna. L’amministrazione che fa capo a Giosi Ferrandino ha preventivato una spesa di poco superiore ai 146mila euro per la realizzazione della tradizionale celebrazione che si svolge ad Ischia Ponte. 25mila euro per i fuochi pirotecnici e 18mila per musicisti ed artisti le voci di spesa più interessanti del quadro economico generale della manifestazione.

8mila euro saranno stanziati per la realizzazione della sfilata in abiti d’epoca di Sant’Alessandro, mentre la Festa del Porto, in programma a settembre, costerà circa 24mila euro.

Infine, Ischia Ice and Light, finanziata dal Comune con 163mila euro di cui 100mila per il solo acquisto delle luminarie che andranno ad aggiungersi a quelle già acquistate negli ultimi due anni dall’amministrazione di Ischia. Una scelta precisa, che va incontro all’esigenza di allungare fino a dicembre il periodo attivo del turismo ed offrire una alternativa valida a chi decide di trascorrere sull’isola le vacanze di Natale.

L’unica incognita resta il finanziamento regionale. Nonostante abbia inserito le voci di spesa a bilancio, il comune di Ischia non ha materialmente la possibilità di esporsi per una cifra così consistente. L’eventuale bocciatura del progetto comporterebbe un ridimensionamento delle manifestazioni. Una storia già vissuta, ad Ischia e negli altri comuni dell’isola. Ma chissà che quest’anno Vincenzo De Luca non dia un segnale anche alle isole, fin qui sempre bistrattate.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close