Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Ischia Ambiente, lo sbarco dei camion a Pozzuoli non conosce regole

Un’ordinanza vieta il passaggio degli automezzi dei rifiuti dalle 9 del mattino alle 3 di notte ma la cosa sembra non interessare la società partecipata che viola le norme con una cadenza impressionante

Quello che vedete è più di quello che leggete. Perché stavolta le foto documentano molto più di quanto non faccia quello che ci apprestiamo a scrivere. La storia di cui ci occupiamo riguarda una vera e propria anarchia nel campo del trasporto dei rifiuti solidi urbani in terraferma. E nel mirino finisce la Ischia Ambiente, società che si occupa di gestire il servizio di nettezza urbana nel Comune capofila dell’isola verde.

Evidentemente per l’azienda monnezzara il rispetto delle regole rappresenta poco più di un optional, anzi di fatto non esiste proprio. E se ci dedicate un minuto del vostro tempo, siamo pronti a farvi vivere un viaggio virtuale, per quanto sia possibile farlo, al termine del quale vi renderete conto che il rispetto di norme e ordinanze sindacali emesse in terraferma valgono come i cavoli a merenda. E, soprattutto, alla faccia di chi le regole è invece abituato a rispettarle. Il presupposto è il seguente: esiste un’ordinanza che vieta il transito in quel di Pozzuoli dei camion della nettezza urbana dal lunedì al venerdì dalle 9 del mattino alle 3 di notte e dal sabato alla domenica fino alle 2 di notte. Un provvedimento varato dall’amministrazione comunale flegrea per impedire che la cittadina si trasformi in un “via vai” continuo di mezzi della nettezza urbana.

La prima foto che vi mostriamo è stata scattata lo scorso 26 marzo alle 10.49 del mattino, quando alcuni mezzi della società partecipata stanno per imbarcarsi a bordo della Maria Buono, diretta a Pozzuoli ed in partenza alle 11.10 da Casamicciola. Che ve lo diciamo a fare, fuori dalla cosiddetta “zona franca”. E sembrerebbe che in quel momento sul porto della cittadina termale si trovassero anche i vigili urbani, che evidentemente non si sono accorti di questa presenza “anomala” in un orario decisamente inconsueto. La seconda immagine che vi mostriamo invece è quella di due scarrabili della Ischia Ambiente che si muovono tranquillamente in quel di Pozzuoli lo scorso 8 aprile, in un altro orario vietato e cioè alle 15.10, in pieno pomeriggio.

Le altre foto, quelle prive di didascalia, documentano in ogni caso sbarchi in orari assolutamente inconsueti che secondo le nostre fonti si ripetono con una preoccupante cadenza. Ora è chiaro che l’interrogativo sorge spontaneo e sarebbe opportuno che i vertici dell’azienda dessero una risposta: quanti verbale di contravvenzione vengono “appioppati” agli automezzi della Ischia Ambiente? Ed è giusto che la società debba sostenere dei costi che poi inevitabilmente vanno a ricadere sulle tasche dei cittadini? Domande che, presumibilmente, sono destinate a rimanere senza risposta. A meno che lor signori…

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex