SPORT

Ischia-Catania, Pancaro: i punti iniziano a pesare

l Catania è pronto alla trasferta di Ischia e, per prepararla al meglio, è partito già oggi alla volta della Campania. Il tecnico degli etnei Pippo Pancaro è intervenuto in conferenza stampa e ha così analizzato la prossima sfida, come riportato da catanista.com: “Vincere fa bene soprattutto per il morale e noi ne avevamo bisogno contro il Matera. Adesso dobbiamo cercare di andare a vincere anche ad Ischia, con grande rispetto per l’avversario che è vivo e che nelle ultime tre partite ha fatto molto bene. Adesso i punti iniziano a pesare sia per chi si deve salvare, sia per chi deve vincere. Sarà difficile, sarà importante sfruttare gli episodi. Non siamo favoriti, non esistono partite scontate. Le gare diventano facili se sei bravo ad approcciarle nella maniera giusta. L’Ischia ci darà battaglia perché vorrà fare bene di fronte ai propri tifosi. Non abbiamo alternative alla vittoria, ci allontaneremmo molto dalla zona a rischio. Sul mercato abbiamo fatto quello che dovevamo fare, sono in linea con le scelte. Questa squadra è forte, non avevamo bisogno di rivoluzione. Dispiace che siano partiti diversi ragazzi però era giusto dargli la possibilità di andare a giocare con più continuità. Bombagi per caratteristiche è una mezzala, sa giocare a calcio, ha grossissime qualità tecniche, può ricoprire più ruoli. Per la formazione è ancora presto, mancano tre giorni alla partita. I nuovi si sono allenati solo oggi. Partiamo prima perché è il modo migliore per affrontare questa trasferta. Felleca e Gulin sono due giovani interessanti, bisogna dargli il tempo di adattarsi ed ambientarsi senza mettergli pressioni. Lupoli è un giocatore molto importante, può fare sia l’esterno di destra, sia la punta centrale. Bastrini e Parisi possono essere, all’occorrenza, i vice-Nunzella. Nel nostro centrocampo, nella prima parte di stagione, è andato bene quasi tutto. La partenza di molti giocatori è dettata solo dalla possibilità di farli giocare di più. Sono soddisfatto di quanto fatto contro il Matera, affrontavamo una squadra molto forte, che non perdeva da ottobre e non prendeva due gol nella stessa partita da settembre. Sono molto dispiaciuto per la partenza di Scarsella, è un grande giocatore ed un bravo ragazzo. In questo momento, però, qui aveva meno possibilità di giocare. Merita la possibilità che gli abbiamo dato. Con Russo mi sono lasciato molto bene, ci siamo salutati senza alcun tipo di problema. Sono sempre stato chiaro, dico sempre le cose come stanno con grande correttezza, quindi con me è difficile avere problemi e io non ne ho avuto nessuno con lui. Giochiamo sempre fino all’ultimo secondo di partita per vincere, non ci siamo mai accontentati. Abbiamo fatto fino ad oggi molto bene ma ci sono anche gli avversari che ha volte di possono creare difficoltà. Dispiace per l’atteggiamento dei tifosi. Li capisco, so cosa hanno dovuto passare e so la delusione e l’amarezza che hanno e non mi permetto di giudicarli. Sicuramente noi stiamo dando tutto quello che abbiamo per questa maglia; i ragazzi stanno dando tutto per cercare di portare il Catania più in alto possibile. L’infortunio di Plasmati ha caratteristiche diverse rispetto a Calil. Peccato per il suo infortunio perché viveva un buon momento, adesso lo perdiamo per un po’. Non facciamo distinzioni tra i tifosi rispetto ai settori in cui stanno. Per noi tutti loro sono importanti, tutti amano il Catania. La continuità è la parola d’ordine, anche se nel girone d’andata, eccezion fatta per qualche partita, ci manca solo qualche vittoria. Bisogna continuare su questa strada e sfruttare meglio qualche episodio. Il 4-2-3-1 è un modulo che potremmo utilizzare anche a inizio partita, anche se col 4-3-3 abbiamo determinate certezze, è sistema che abbiamo avallato”. Leggi qui: http://www.foggiasport24.com/2016/02/catania-pancaro-i-punti-cominciano-a-pesare/

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close