CRONACAPRIMO PIANO

Ischia: domani Ordinanza Legnini su SS270, avviato il monitoraggio

Sono stati avviati oggi i sopralluoghi ed il monitoraggio strumentale del cedimento franoso sul costone prospicente la SS270, che pregiudica la circolazione stradale sulla principale arteria dell’isola di Ischia, disposti dal Commissario delegato per l’emergenza, Giovanni Legnini.
In mattinata, i tecnici dell’Università di Firenze, accompagnati dai Carabinieri, hanno potuto accedere agli edifici sovrastanti il costone franato ed installato un sistema di monitoraggio capace, in tempo reale, di segnalare il minimo movimento delle strutture. Gli esperti dell’Università del Sannio e della Federico II di Napoli, insieme ai tecnici della Protezione Civile, hanno condotto un sopralluogo sia a valle, che a monte della frana con i tecnici del Comune di Casamicciola e della Città Metropolitana di Napoli.

Le valutazioni e i primi esiti delle analisi saranno resi disponibili già domani mattina, e saranno recepiti nell’Ordinanza del Commissario che disciplinerà, indicando i tempi e i soggetti attuatori, l’intervento di messa in sicurezza. L’auspicio è che quest’ultimo consenta in tempi brevi la riapertura della strada in entrambi i sensi di marcia, superando le attuali limitazioni dipendenti dalle allerte meteo che anche questa sera, dopo la riapertura di stamane, hanno costretto ad una nuova chiusura della strada.
“Ringrazio il Direttore della Protezione civile della Campania, Italo Giulivo, che sta attuando gli interventi per la riduzione del rischio residuo, così come tutti gli esperti dei migliori atenei italiani che si stanno adoperando per il ripristino delle condizioni di massima sicurezza nell’isola, il Commissario prefettizio Calcaterra, i tecnici del Comune di Casamicciola, la Regione Campania e la Città metropolitana di Napoli, i Vigili del fuoco, che stanno assicurando assistenza tecnica e massima collaborazione. La riapertura della SS270 in condizioni di assoluta sicurezza – sottolinea il Commissario Legnini – è prioritaria per garantire ai cittadini, già duramente fiaccati dai gravi eventi dei giorni scorsi e da numerose precedenti calamità, la ripresa delle normali attività”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex