CULTURA & SOCIETA'

Ischia e il Castello Aragonese protagoniste del calendario 2020 della Guardia Costiera

Ad anticiparne parte dei contenuti il video di backstage realizzato dall’ufficio comunicazione e presentato al salone nautico di Genova

È Ischia con Castello Aragonese una delle protagoniste del calendario della Guardia Costiera 2020. Ad anticipare parte dei contenuti del calendario, è stato il video di backstage realizzato dall’ufficio comunicazione della Guardia Costiera che è stato presentato lo scorso giovedì nel corso della 59esima edizione del salone nautico di Genova, alla presenza del Comandante Generale, l’ammiraglio Giovanni Pettorino. Non solo Ischia viene celebrata dalla Guardia Costiera. Tra le mete della Campania c’è anche Napoli. Nell’anteprima viene celebrata Napoli con il suo Golfo con lo sfondo del Vesuvio. Per Ischia, invece, viene immortalato il Castello Aragonese da una visuale diversa. Oltre Ischia e Napoli, gli altri dieci mesi del calendario del 2020 della Guardia Costiera sono dedicati alla Versilia, Torre Sant’Andrea, alle Tremiti, alla sarda Villasimius, alle liguri Genova e Rapallo ed al lago di Garda. “Questo calendario rappresenta i luoghi belli del nostro Paese, a tutela dei quali, la Guardia Costiera lavora ogni giorno – ha spiegato l’ammiraglio Pettorino – Il calendario 2020 è dedicato al nostro Paese, all’Italia e, quindi, a tutti noi”. Ad immortalare il mare e le coste italiane per la Guardia Costiera il fotografo Fabrizio Villa.

“È stato entusiasmante fotografare dall’alto, seguendo le missioni operative dei reparti aerei, il paesaggio marino e costiero italiano, custodito e protetto dalle donne e dagli uomini della Guardia Costiera”, ha detto. Nel corso del Salone nautico di Genova, alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino e del Direttore Marittimo della Liguria, Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone, il Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, Capo Ufficio Comunicazione della Guardia Costiera, sono stati presentati anche i risultati ufficiali  dell’operazione Mare Sicuro 2019, un’attività che da quest’anno è stata anticipata per la prima volta al 1° giugno e che fino al 15 settembre ha visto impegnati 3.000 uomini e donne del Corpo, 300 mezzi navali e 15 mezzi aerei dislocati lungo gli 8.000 km di coste del Paese, sul Lago di Garda e sul Lago Maggiore, per la sicurezza in mare di bagnanti e diportisti, per vigilare sul regolare svolgimento delle attività ricreative, commerciali e a tutela dell’ecosistema marino. Protagonista della giornata è stato il calendario “dedicato quest’anno alle bellezze paesaggistiche dell’ambiente marino e costiero sul quale gli uomini e le donne del Corpo sono chiamati a vigilare quotidianamente”, hanno detto dalla Guardia Costiera. “Il calendario del 2020 racconta così ai cittadini lo straordinario patrimonio storico e ambientale della nostra penisola”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close