Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Ischia e l’improvviso “ dietrofront”, parla la dirigente

Patrizia Rossetti (Circolo Ischia 2) aveva già preparato la circolare che prevedeva l’ingresso delle cinque classi della Scuola Primaria, poi la “doccia fredda” firmata De Luca: le riflessioni della prof a Il Golfo

I dirigenti con gli insegnanti avevano rimodulato (ancora una volta) l’orario scolastico con ingressi scaglionati, i collaboratori avevano messo a punto le nuove aule con tutti i dispositivi di sicurezza, i genitori ed i piccoli alunni erano pronti a ritornare in classe. Venerdì sera, però è arrivata l’ordinanza del presidente della giunta regionale Vincenzo De Luca che ha imposto un nuovo stop: tornano in classe solo i bambini della terza elementare.

La comunicazione della Regione Campania recita: «l’Unità di Crisi si è riunita nel pomeriggio per esaminare la situazione epidemiologica in relazione al ritorno in presenza nella scuola. Una relazione tecnica confluirà nell’ordinanza che sarà firmata nella giornata di domani. Si anticipano di seguito le decisioni che sono state assunte. A partire da lunedì prossimo, 18 gennaio 2021, sarà consentito il ritorno in presenza fino alla terza classe della scuola primaria, oltre alle classi dei servizi educativi e della scuola dell’infanzia e dei bambini e ragazzi con bisogni educativi speciali. Non è consentita la refezione scolastica. È dato mandato alle Asl di distribuire ai medici di medicina generale test antigenici per il monitoraggio della situazione dei contagi del personale della scuola, docente e non docente, con priorità per chi già è impegnato nella didattica in presenza.

Si comunica altresì che, come da ultimo Dpcm, la Campania da domani viene confermata in “zona gialla” con le relative restrizioni nazionali». Salta, quindi, il calendario di attività scolastiche in presenza graduale predisposto dalla Regione che prevedeva per l’11 Gennaio rientro scuole d’infanzia e primarie prime e seconde, per lunedì prossimo (il 18 Gennaio) rientro di scuole primarie, terze, quarte e quinte e per il 25 gennaio rientro per le scuole secondarie superiori. Ma le parole di De Luca sono state abbastanza chiare già nel pomeriggio quando ha detto di no «ad un ritorno a scuola generalizzato».

Venerdì la dirigenza del Circolo Ischia 2 ha pubblicato la circolare che prevedeva l’ingresso delle cinque classi della scuola primaria con la suddivisone per gli orari e con lo scaglionamento degli ingressi. Un lavoro che sarà solo in parte utilizzato perché da domani saranno in classe oltre i bambini che già la scorsa settimana erano tornati in presenza (infanzia, prima e seconda elementare) solo gli alunni delle classi terza. «Continuiamo a lavorare per poter accogliere tutti i nostri bambini in condizioni di sicurezza», ha detto la dirigente Patrizia Rossetti che traccia un primo bilancio dopo una settimana di lezioni in presenza. «I bambini ed i docenti sono stati davvero entusiasti di poter tornare in classe», ha detto. E continuando: «C’è stata solo qualche criticità al plesso di Ischia Ponte nel giorno di pioggia. Bisognerebbe prevedere una pensilina o comunque un punto di raccolta al coperto».

«Ma il mio – incalza la dirigente – è solo un suggerimento per il Comune che deve provvedere agli eventuali lavori». Dalla settimana del 25 gennaio il Circolo Ischia 2 tornerà ad una settimana di  25 ore antimeridiane ed un rientro pomeridiano di due ore differenziati per classe «in modo che ciascun bambino possa tornare ad utilizzare tutte le risorse della scuola come spazi comuni e laboratori. Sempre in piena sicurezza». Ovviamente resta sospeso, così come prevedono le norme attualmente in vigore, il servizio di refezione scolastica. «Non vogliamo stare in presenza a tutti i costi. Non siamo degli scellarati», spiega ancora Patrizia Rossetti, che conclude: «Ma la politica dell’attendiamo non premia stante la situazione. Bisogna ricominciare gradatamente e sempre in piena sicurezza. Noi, con l’aiuto delle famiglie, stiamo facendo il meglio per i bambini e per farli tornare alla ‘normalità’».

Ads

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button