CULTURA & SOCIETA'

Ischia e quel Corso più “povero”: dopo 31 anni saluta Zaccardelli

Il maestro lascerà la sua postazione con cui aveva creato, nei pressi del bar “La dolce sosta”, una sorta di galleria d’arte all’aperto durante la stagione estiva

A Ischia dal prossimo anno il corso Vittoria Colonna sarà senza dubbio più povero. Infatti dopo trentuno anni, il Maestro napoletano Roberto Zaccardelli lascia la sua postazione con cui aveva creato, nei pressi del Bar “La Dolce Sosta”, una sorta di galleria d’arte all’aperto dove durante la stagione estiva per oltre un trentennio ha dipinto il suo amore per Ischia. Catturando l’attenzione di milioni di turisti e residenti i quali, rapiti dall’eccezionale bellezza delle sue opere caratterizzate dall’utilizzo di colori brillanti e vivaci, ogni sera si soffermavano ad osservare la sua arte col pennello che tra le sue mani, saltando da un colore all’altro e danzando sulla tela, dava forma agli scorci panoramici più incantevoli dell’isola Verde. Era diventato un punto di riferimento per tutti coloro che in questi anni hanno attraversato il corso e certamente dal prossimo anno rattristerà e non poco la sua assenza agli occhi di chi ne ha apprezzato le particolari doti artistiche. Tutto ha un inizio e tutto ha una fine e con il 2019 si chiude un importante ciclo della vita artistica di Zaccardelli che da oggi in avanti continuerà a dipingere esclusivamente nel suo studio napoletano portando però sempre con se l’amore per la nostra Isola. “Vado via da Ischia a malincuore . ha dichiarato Zaccardelli – ma dopo tanti anni ci vuole anche un po’ di riposo. Il Corso Vittoria Colonna a Ischia è stato per me un crocevia di tantissime persone di nazionalità diverse. A Ischia lascio un pezzo del mio cuore ma Napoli mi attendono nuovi impegni professionali”.

Riservato e di poche parole in quanto preferisce far parlare i suoi quadri, il Maestro Roberto Zaccardelli ha voluto ringraziare chi per trentuno anni gli ha dato la possibilità di dipingere lungo il corso Vittoria Colonna. “Colgo l’occasione – ha concluso il Maestro Roberto Zaccardelli – per ringraziare le varie amministrazioni comunali che si sono succedute in tutto questo tempo e mi hanno consentito di lavorare nel cuore del centro storico di Ischia”. Essendo che Zaccardelli con la sua arte ha dato lustro al centro storico di Ischia e considerato che i suoi quadri venduti a migliaia e migliaia di turisti si trovano nelle case e nelle gallerie d’arte di tutto il mondo dove rappresentano una grande promozione turistica per la nostra Isola, personalmente propongo al Sindaco Enzo Ferrandino di conferirgli un meritato riconoscimento istituzionale con la consegna di una targa, una ceramica o altro. Nel salutarmi, il Maestro Zaccardelli ha voluto farmi omaggio di un quadro raffigurante il castello aragonese. Un grande onore ricevere una sua opera per me che sin da giovanissimo ricordo la sua presenza a Ischia e che mai un giorno avrei immaginato di raccontarne, da giornalista, la bravura artistica.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close