CRONACA

Ischia, Fase 2, De Luca chiede i nomi dei passeggeri in arrivo su treni e aerei

Misure di controllo gli arrivi previsti in Campania e in particolare a Ischia sono state varate dal governatore Vincenzo De Luca: le aziende di trasporto aereo, ferroviario e di lunga percorrenza su gomma, dovranno acquisire e mettere a disposizione delle forze dell’ordine e dell’Unità di Crisi i nominativi dei viaggiatori con destinazione aeroporti e stazioni ferroviarie, anche dell’Alta velocità.

L’ordinanza 41 – che detta norme dal 4 maggio – prevede che i viaggiatori in arrivo alle stazioni ferroviarie di Napoli, Salerno, Benevento, Caserta e nelle altre, con treni che effettuano collegamenti interregionali, ovvero ai caselli autostradali, all’aeroporto o in altri accessi, si devono sottoporre alla rilevazione della temperatura, e in caso di temperatura pari o superiore a 37,5 gradi, fare il test rapido secondo le modalità organizzate presso le singole stazioni. Per la ristorazione il servizio a domicilio è consentito senza limiti di orario. Stop ad attività di corsa, footing o jogging nelle aree pubbliche.

De Luca è stato chiaro. Le persone provenienti da fuori regione devono «osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni dall’arrivo, con divieto di contatti sociali», hanno l’obbligo di «osservare il divieto di spostamenti e viaggi» oltre a «rimanere raggiungibili».

Nel caso di comparsa dei sintomi, devono avvertire immediatamente Asl e il proprio medico. L’Unità di Crisi regionale, acquisiti i nominativi e le informazioni sui viaggiatori, li inoltrerà ai Comuni e alle Asl, per l’attivazione dei controlli nonché alla Prefettura per agevolare le verifiche. I viaggiatori in arrivo dovranno autocertificare il luogo dove sarà osservato l’isolamento domiciliare.
«Ai concessionari autostradali è fatto obbligo di dare massima diffusione alle disposizioni» mentre «gli esercenti di società o servizi di noleggio di autoveicoli con sedi operative in Campania comunicheranno quotidianamente all’Unità di Crisi le generalità di tutte le persone» che riconsegnino veicoli presi a noleggio al di fuori della regione. Anche gli esercenti attività di noleggio con conducente hanno il medesimo obbligo.

ISOLE BLINDATE
“E’ fatto divieto di rientro da altre regioni italiane nonché dall’estero ai luoghi di residenza, domicilio o dimora situati nelle isole di Capri, Ischia e Procida, salvo che ai soggetti stabilmente risiedenti nelle indicate località che ivi rientrino e fatti salvi gli obblighi indicati ai precedenti 1.1 e 1.3. 3. Restano consentiti gli arrivi nel territorio regionale e sulle isole del golfo di Napoli da altre regioni italiane e dall’estero – ove consentito dalle vigenti disposizioni statali- che siano motivati da comprovate esigenze di lavoro (spostamenti da e per il luogo di lavoro), di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute”.

Tags

Articoli Correlati

2 Commenti

  1. Ormai siamo a livello di ex campo di concentramento tedesco! Ci manca solo qualche cane da presa sul porto a fare da guardia e poi stiamo a posto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close