Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Ischia e i film, un amore da kolossal

Nasce 81 anni fa il grande amore tra Ischia e il cinema. Una lunga storia che raccoglie 42 film. Fu il ‘Corsaro Nero’ di Amleto Palermi, la prima pellicola girata sull’Isola Verde e aprì una lunga scia di opere sentimentali, commedia e horror. Spiccano film come “Campane a martello” di Luigi Zampa (1948, con Gina Lollobrigida ed Eduardo De Filippo) e il ‘Corsaro dell’isola verde’ (1952, con Robert Siodmak). Gli Anni ’50 passano tra produzioni estere e qualche film con i grandi attori italiani dell’epoca come Anna Magnani, Vittorio De Sica e Walter Chiari. E’ il 1960 ad aprire il decennio aureo dell’isola in chiave cinematografica e turistica.

CLEOPATRA. È il kolossal ‘Cleopatra’ a rubare tutte le scene,  film in cui Liz Taylor (già diva di Hollywood) divenne simbolo di una Ischia che negli anni ’60 si stava imponendo come isola stupenda e set cinematografico di grande spessore. Si racconta che la produzione, in primo momento, puntasse su Marilyn Monroe, poi deceduta nel 1962. E’ l’epoca in cui Ischia conosce il suo massimo splendore tra boom economico, l’interessamento di grandi imprenditori come Angelo Rizzoli e il via vai di turisti e star internazionali. Il film diretto da Mankiewicz rappresentò per molti ischitani una grande opportunità (non solo di vivere atmosfere da sogno, ma anche di guadagnare laute paghe). Furono oltre cinquecento, infatti, le comparse utilizzate a Ischia, che divenne così un set tra le migliori produzioni hollywoodiane, come testimoniano le scenografie allestite presso il Castello Aragonese e la Mandra. Si ricordano i camion della produzione, enormi e ingombranti, che arrivavano dal Piazzale Aragonese fino all’inizio del Borgo di Ischia Ponte, creando non pochi disagi a gente del posto e ai commercianti.  E da poco più di cinquant’anni, sull’isola, resiste alle onde del tempo un cimelio della nave reale. La testa dell’aquila che spiccava sulla poppa è conservata in una proprietà privata, dove negli anni passati c’era un’attività di ristorazione. Pare che il proprietario che ospitava il cast volle essere donato un ricordo. La produzione decise di regalargli la testa dell’aquila che sfida il tempo dal 1962.

DECENNIO. Fu un decennio di grandi produzioni quello che caratterizzò gli anni dal 1962 al 1972. Furono, infatti, molti i registi e i produttori di risonanza nazionale ed internazionale a scegliere Ischia per le riprese dei loro film.  C’è “Delitto in pieno sole’ di René Clément , con un giovane Alain Delon nei panni di Tom Ripley (poi interpretato da Matt Damon per ‘Il Talento di Mr.Ripley): memorabili le scene girate ai Maronti con il suggestivo isolotto di Sant’Angelo a fare da sfondo. Altra opera girata sull’Isola Verde, ‘Cosa è successo tra mio padre e tua madre’ è invece una divertente commedia diretta da Billy Wilder, in cui a saltare all’occhio è lo straordinario fascino della Chiesa del Soccorso di Forio. Brillante, poi,  ‘Appuntamento ad Ischia’, commedia leggera (distribuita dalla onnipresente Cineriz di Rizzoli) con Mina, Domenico Modugno e numerosi volti all’epoca sconosciuti, ma poi molto noti, come Franco Franchi e Ciccio Ingrassia (per la prima volta in coppia) e l’esordiente Pippo Franco, per l’occasione chitarrista del complesso di Mina, quando la tigre canta al ‘Pignatiello’ di Lacco Ameno. Tra gli altri film: ‘Morgan il Pirata’, in cui l’incantevole Spiaggia dei Maronti diventa teatro di balli, storie d’amore e duelli tra pirati. Indimenticabile il mitico ‘Vacanze ad Ischia’ (con Vittorio De Sica); ‘Suor Letizia’ (con Anna Magnani, da ricordare una scena girata nella baia di Cartaromana) e ‘Diciottenni al sole’, in cui spicca una bellissima Catherine Spaak.

TEMPI MODERNI. Bisogna attendere la fine degli Anni ’90 per trovare tracce di film d’autore. ‘Mr.Ripley’, capolavoro di Anthony Minghella del 1998 con Matt Damon, Jude Law e Gwyneth Paltrow. Un ritorno segnato dalle straordinarie atmosfere del Piazzale Aragonese. A conferma di questo ritorno in grande stile, c’è ‘Il Paradiso all’improvviso’ (2003): la commedia campione di incassi di Leonardo Pieraccioni ha mostrato al pubblico italiano alcune delle peculiarità dell’isola (territoriali, come Casamicciola e Serrara Fontana; culturali, come la Ndrezzata). Si chiude con ‘Villa Amalia’, opera del 2009 tratta dall’omonimo lavoro dello scrittore transalpino Pascal Quingnard. Monte Epomeo, il mare e i sapori del porto d’Ischia e, soprattutto, gli scorci di Campagnano, le location. Ultimo film ad essere girato sull’isola è ‘And While we were here’ (2013) di Kat Coiro. Tra le location del film Via Roma, il porto di Forio, Ischia Ponte con il suo corso e il Castello Aragonese.

DOCUMENTARI & FICTION. Ischia è stata anche teatro di documentari, ben 18, di cui il primo risale al 1911 di una produzione francese. Due le serie Tv (Il Commissario Raimondi 1998 e i Delitti del Cuoco 2009). Non sono mancati pure film a luci rosse, se ne contano due.

Ads

A cura di Luigi Balestriere e Luigi Calise

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex