CRONACAPRIMO PIANO

Ischia, il pm dissequestra il “Bagno dei Fiori”

Una porzione dello stabilimento balneare ubicato nella spiaggia di San Pietro era stato “sigillato” dagli uomini della Guardia Costiera lo scorso 2 luglio: decisiva la difesa dell’avv. Massimo Stilla

Il pubblico ministero, recependo le istanze del titolare della struttura Massimiliano Vuolo, difeso dall’avvocato Massimo Stilla, ha dissequestrato la porzione dello stabilimento balneare denominato “Bagno dei Fiori” cui lo scorso 2 luglio avevano apposto i sigilli gli agenti dell’ufficio circondariale marittimo di Ischia. Al Vuolo, per la cronaca, venivano contestate una serie di violazioni tra cui la realizzazione di nuove opere senza la prevista autorizzazione consistenti in un locale ristorante con cucina, un gruppo di sei cabine, una cabina adibita a locale medico. Non solo, al gestore si imputava anche di aver effettuato una variazione al contenuto della concessione mediante la realizzazione di opere di difficile rimozione consistenti nella pavimentazione di detti locali mediante l’apposizione di mattonelle. L’avvocato Stilla aveva presentato al sostituto procuratore Battiloro una articolata istanza di dissequestro nella quale concludeva chiedendo lo stesso non ravvisandosi la sussistenza del “fumus commissi delicti” né tantomeno esigenze cautelari da salvaguardare.

E il pubblico ministero si è pronunciato favorevolmente all’indagato scrivendo testualmente nel dispositivo notificato al diretto interessato proprio nella giornata di ieri: “Rilevato che il reato per cui si procede ha carattere istantaneo, ritenuto che anche dalla visione delle immagini tratte dall’applicativo google earth, le opere sono risalenti nel tempo e non hannosubito modificazioni, osservato in ogni caso ferma la necessità di individuare la data certa della loro esecuzione anche ai fini delle prescrizioni del reato non sussiste ad oggi periculum in mora per il qual motivo dispone l’immediato dissequestro all’avente diritto”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close