CRONACA

ISCHIA Il solvente sul tetto con i bambini a scuola, polemiche alla “Buonocore”

Nel primo pomeriggio di mercoledì sono giunte numerose segnalazioni e forti lamentele da parte dei genitori di varie classi della scuola elementare “Onofrio Buonocore” di Ischia Ponte i quali sostenevano che nel corso dell’ultima ora, gli alunni erano stati costretti a fare lezione disturbati da una puzza nauseabonda, forte ed acre, identica a quella che si sentì lo scorso anno quando per asfaltare, sul tetto delle nuove aule attigue alla direzione fu applicato del solvente. Lamentele e segnalazioni che il consigliere di circolo Gennaro Savio ha prontamente girato nella chat della componente genitori del Consiglio di Circolo, chiedendo, al tempo stesso, al Presidente Giorgia Abbandonato di informarsi e di rendere tutti edottii di cosa fosse accaduto. La risposta della Abbandonato, secondo quanto riferito dallo stesso Savio, non si sarebbe fatta attendere e la stessa ha comunicato che intorno alle ore 13 per evitare la pioggia prevista dal meteo nel pomeriggio, il comune aveva inviato la ditta ad applicare sul lastrico solare delle nuove aule dell’asilo, il solvente “primer” che si utilizza prima dell’apposizione dell’asfalto. Si tratta, quindi, dello stesso solvente che fu utilizzato al termine dello scorso anno scolastico per asfaltare le aule adiacenti la segreteria della scuola, circostanza, quella, che sollevò un vespaio di polemiche in quanto, anche allora, il lavoro fu svolto con i bambini presenti nelle loro aule.

Lo stesso Savio non ha nascosto il proprio disappunto: “E’ a dir poco assurdo che per non attendere una ventina di minuti in quanto la prima campanella suona alle 13,25 circa, il comune, attraverso la ditta appaltatrice, a partire dalle ore 13.00 abbia prodotto una puzza schifosa anche nel circondario della scuola. Puzza terribile che ha enormemente infastidito e distratto gli alunni che stavano ancora facendo lezione. Quello di utilizzare solvente puzzolente con i bambini ancora in classe rappresenta una scelta politica assurda ed irresponsabile che nella nostra scuola, purtroppo, si è ripetuta per la seconda volta a distanza di pochi mesi a dimostrazione che, purtroppo, le esperienze negative del passato non servono ad evitare che si ripetano in futuro… E questo indispettisce è preoccupa i genitori i quali, in tanti oggi pomeriggio, inviperiti mi hanno contattato. Cosa aggiungere. L’amministrazione comunale di Ischia guidata dal sindaco Enzo Ferrandino anche oggi non ha perso l’occasione per mancare di rispetto ai nostri figli, quasi non bastasse che l’asilo abbia aperto i battenti con estremo ritardo a causa del protrarsi dei lavori nel padiglione della materna che, seppure all’esterno, sono tutt’ora in corso e che, invece, in un paese degno di essere definito civile sarebbero terminati alla fine del mese di agosto”.


Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close