ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ischia, la doppia vita dello spacciatore

ISCHIA. Un uomo di trent’anni, Salvatore Capriello, è stato arrestato con l’accusa di spaccio di cocaina dagli uomini della Compagnia dei Carabinieri di Ischia guidati dal cap. Andrea Centrella e dal Maresciallo De Luca. Capriello, napoletano, ha comunque un curriculum già noto alle forze dell’ordine, pregiudicato per rapina ed evasione, che finora sull’isola si nascondeva dietro il rispettabile lavoro di cameriere in un ristorante ischitano. I Carabinieri hanno rinvenuto circa cinquanta grammi di cocaina e quantità minori di mannite nella sua abitazione di Casamicciola Terme, celati dietro il condizionatore montato su una parete, dove è stato trovato anche tutto il necessario per dividere le dosi e confezionarle in bustine di plastica. Dosi piccole Gli uomini dell’Arma hanno rinvenuto anche tremila euro in contanti, probabili proventi dello spaccio, custoditi in un marsupio. L’operazione d’arresto e di successiva perquisizione ha avuto luogo nel pomeriggio di sabato, dopo un appostamento durante l’ennesima vendita di stupefacenti a un “cliente”. Condotto nella cella della Caserma, Capriello ieri mattina è stato poi trasferito a Poggioreale su disposizione del pubblico ministero. Oggi dovrebbe svolgersi l’udienza di convalida d’arresto per il pregiudicato napoletano, difeso dall’avv.  Antonio De Girolamo. L’operazione dei Carabinieri non è stata semplice, vista la circospetta prudenza sempre usata dallo spacciatore-cameriere, estremamente attento nello scegliere tempi e modi per la vendita delle dosi, che erano cedute solo a clienti ben conosciuti.

FRAFER

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex