Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ischia, larve in spiaggia terrorizzano i bagnanti

Larve in spiaggia sul lido di San Pietro. Nella giornata di ieri, sul noto arenile del Comune di Ischia, sono state, infatti, avvistate una ventina o poco più di larve di colore bianco aggirarsi lungo alcuni tratti del lido in questione. Uno spettacolo questo, che non ha fatto certo piacere a molti bagnanti in spiaggia che non hanno potuto fare a meno di provare un certo senso di ribrezzo e preoccupazione alla vista di siffatte “creature” che si muovevano proprio a pochi centimetri da loro.  Le larve, infatti, fuoriuscivano dalla sabbia ed alcune erano visibili anche a riva mare. Immediata la protesta di alcuni turisti presenti in spiaggia che alla vista dei “vermi”, hanno preferito prenderne ampie distanze non sapendo se potessero essere nocivi o meno. In realtà, sembrerebbe essersi trattato dei cosiddetti bigattini, una tipologia di larva di colore biancastro e lunga alcuni centimetri  appartenente  alla famiglia della Sarcofanga Carnaria, un tipo di mosca e che viene solitamente usata come esca per attirare pesci.  Ed è forse proprio per una disattenzione di qualche pescatore che le larve erano presenti in spiaggia: terminata la propria battuta di pesca, molto probabilmente, i vermicelli bianchi sono stati  lasciati sul lido o forse trascinati a riva dalla corrente, dopo essere stati gettati in mare.  Pare, però, che, in verità, quello accaduto ieri non sia un episodio unico nel suo genere e che, anzi, si stia consolidando una cattiva abitudine da parte degli amanti della pesca di lasciare le proprie “esche” in spiaggia con una certa noncuranza.

«Non è la prima volta che capita – ci dice infatti qualche più assiduo frequentatore della spiaggia – è una situazione persistente. Purtroppo finite le serate di pesca, le larve vengono buttate sul lido  o comunque vengono gettata in mare, nei punti meno indicati e per questo poi vengono trascinate a riva, come in questo caso. Ho segnalato tempo fa alla capitaneria questa situazione, ma mi dissero che non potevano fare nulla in merito. Resta comunque il fatto che non a tutti piace ritrovarsi in spiaggia queste larve».  Dannosi, infatti, per la salute umana i bigattini,  non sono – almeno teoricamente –  ma comunque  gettarli in spiaggia alla mercé di tanti bagnanti, soprattutto dei più piccini, non è comunque il massimo dell’igiene, visto che le larve in questione si cibano di materiale organico in putrefazione. Basterebbe, quindi, un minimo di accortezza in più da parte dei pescatori  per evitare il ripetersi di simili episodi come quello  accaduto in quel di San Pietro. La vista delle larve bianche, infatti, non è proprio stata gradita  e qualche bagnante terrorizzato ha perfino evitato di farsi il bagno nell’acqua dove  ne erano state avvistate alcune, rovinandosi così una bella giornata di relax.

Sara Mattera

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex