CRONACA

Ischia, l’autovelox fa paura: sulle strade è “andamento lento”

Ischia, l’autovelox fa paura: sulle strade è “andamento lento”

E’ un dato oggettivo: con l’installazione a Forio dei misuratori di velocità e l’arrivo dei tanto agognati autovelox sulla sopraelevata di Ischia sembra proprio che la velocità media delle autovetture guidate dagli ischitani sia nettamente diminuita. La paura di una multa, il timore che il comune possa prendere soldi dai portafogli degli isolani sembra essere molto più spaventoso delle conseguenze degli incidenti che hanno falcidiato, e non poche volte, le vite di molti ischitani ferendone diverse decine. Certo la maggior parte degli automobilisti rispetta il codice della strada, ma che sull’isola vi siano persone che non hanno minimamente coscienza di cosa voglia dire mettersi alla guida è palese. Basti ricordare, soltanto in questa ultima settimana, l’increscioso incidente capitato a Forio, causato da una persona trovata con un tasso alcolemico al di sopra del consentito e gli altri piccoli e grandi episodi che solo per pura fortuna non si sono tramutati in incidenti fatali. A Ischia vige la maleducazione alla guida, si guida a memoria, per consuetudine, ignorando spesso la segnaletica.

Ma ora, dopo che anche grazie all’intervento della città metropolitana si comincia a fare sul serio e a stringere in una morsa di controlli gli automobilisti ischitani, si è più disciplinati. Superare i limiti di velocità sulla sopraelevata, rettilineo che invita al sorpasso facile, sarà foriero di multe, anche salate. Solo l’idea ha reso di colpo molti più isolani meno propensi a schiacciare il pedale dell’acceleratore. “Sicuramente l’aumento da parte delle forze dell’ordine dei controlli e l’utilizzo dell’autovelox di cui ci siamo dotati da poco – dichiara il primo cittadino di Ischia Enzo Ferrandino – finisce per avere un impatto positivo. Coloro che imboccavano la strada in maniera indisciplinata, senza rispettare la segnaletica e senza rispettare le più elementari regole della sicurezza verranno sanzionati.

Quello della sicurezza stradale rimane un problema culturale.

Purtroppo a Ischia – incalza il primo cittadino di Ischia – siamo indisciplinati e in generale siamo un po’ riottosi a voler seguire delle forme di regolamentazione anche per quanto riguarda l’utilizzo della strada. In generale si riscontra questa atteggiamento patologico da parte della cittadinanza,

per cui delle attività finalizzate a sensibilizzare i cittadini su questi temi possono produrre buoni risultati.

La lotta contro chi usa smartphone alla guida

Proprio in questi giorni la polizia locale ha intrapreso una serie di controlli contro coloro che utilizzano il cellulare mentre guidano i propri veicoli, in una sola mattinata sono state emanate sei contravvenzioni a coloro che hanno compiuto questa infrazione. Infrazione gravissima che spesso si commette con grande naturelazza ma che può avere risvolti molto pericolosi per la sicurezza stradale, c’è sicuramente sensibilità particolare attenzione della polizia locale del comune di ischia che sta cercando di focalizzare molto l’attenzione su questo tema.

“In questi giorni la Polizia Municipale del Comune d’Ischia, con il ricorso a pattuglie in borghese, ha organizzato un servizio specifico per sanzionare coloro che si abbandonano all’uso del cellulare nel mentre sono intenti alla guida del proprio veicolo. Subito, già dalla prima giornata sono fioccate diverse contravvenzioni che hanno sanzionato la pratica irresponsabile.

Una pessima abitudine -molto diffusa- che assolutamente va contrastata con determinazione”, ha ricordato Enzo Ferrandino pubblicando le foto delle autovetture ree di aver superato il limite di velocità che – lo ricordiamo – su tutta l’isola rimane di 50 km/h. .

La nuova segnaletica stradale

Come ricordava il consigliere Cacciapuoti con delega alla strade, la segnaletica orizzontale subirà importanti modifiche su tutta l’isola e in special modo sulla ex SS 270 dove siamo convinti che la realizzazione della doppia striscia continua possa funzionare da deterrente per i non pochi incidenti stradali che si verificano su questa strada. Assieme agli “occhi di gatto”, i fari luminosi che segnaleranno con ancora più precisione le strisce del manto stradale e l’installazione di riflettori catarifrangenti nelle vicinanze della galleria e di rilevatori di velocità che ricorderanno all’automobilista i limiti che non può superare, ci saranno sull’isola una serie di deterrenti che confidiamo possano essere di notevole aiuto per aumentare la sicurezza stradale.

Articoli Correlati

Un commento

  1. Ora si che si può vivere a Ischia, non vige più la maleducazione. Finalmente, quando la polizia vuole farsi rispettare sa come agire. Peccato però che quando voglio farmi rispettare per qualcosa che non va come dovrebbe andare, pur rivolgendomi alla polizia, è la polizia che non mi rispetta. Certo, chi sono io? Una qualsiasi senza il potere di una divisa.

Rispondi

Back to top button
Close