CRONACA

Ischia, le sue strade e una lunga scia di sangue

Sono davvero tanti i sinistri mortali che sono accaduti sull’isola negli ultimi dodici anni: una striscia spaventosa che non si arresta, così come la caccia a possibili rimedi

Sono davvero tanti, tantissimi, gli incidenti stradali mortali che hanno funestato l’isola dal 2007 ad oggi. Una lunga scia di sangue che non accenna ad arrestarsi e dinanzi alla quale proprio non si riesce a trovare una soluzione. Ecco l’elenco che somiglia tanto a un bollettino di guerra:

16 DICEMBRE 2007 – STRAGE DEL SABATO SERA: A FORIO PERDONO LA VITA TRE GIOVANISSIMI – Erano le 4.30 del 16 dicembre 2007

 4 MARZO 2008 – ANTONIO SCOTTI MUORE SOTTO I FERRI DOPO UN GRAVISSIMO INCIDENTE

Antonio Scotti, un uomo di 56 anni, morì in ospedale in seguito alle ferite riportate in un incidente stradale

21 APRILE 2008 – IL 22ENNE GIOVANNI CASTALDI MUORE TRA FORIO E PANZA

Un giovane di 22 anni, Giovanni Castaldi, morì il 21 aprile 2008 in un incidente stradale

14 FEBBRAIO 2009 – 79ENNE PERDE LA VITA INVESTITO DA UN’AUTO A FORIO

Mario Impagliazzo, 79 anni, morì sul colpo in seguito ad un incidente stradale avvenuto verso le 6.30 sulla Borbonica.

20 MAGGIO 2009 – VINCENZO FESTA MUORE DOPO ESSERSI SCHIANTATO CONTRO UN ALBERO

Un 36enne di Casamicciola, Vincenzo Festa, morì in seguito ad un tragico incidente stradale.

22 MAGGIO 2009 – MUORE A PANZA L’OROLOGIAIO ENRICO GAMBARDELLA

Due giorni dopo la morte di Vincenzo Festa, perse la vita anche Enrico Gambardella. Erano le 11.30 quando all’incrocio del campo sportivo di Panza avvenne uno scontro frontale fra due motocicli

30 AGOSTO 2010 – COMMERCIANTE FORIANO PERDE LA VITA A ISCHIA  Un uomo di 67 anni, di professione commerciante e residente a Forio, morì in seguito ad un violento impatto che avvenne verso l’ora di pranzo sulla variante esterna del Comune di Ischia.

22 DICEMBRE 2010 – IL GEOMETRA FRANCESCO FERRANDINO TRAVOLTO IN VIA MICHELE MAZZELLA

Il geometra ischiapontese Francesco Ferrandino, 60 anni, fu investito, verso mezzanotte, mentre attraversava la strada in via Michele Mazzella.

11 FEBBRAIO 2011 – INCIDENTE A PIEDIMONTE, MUORE UN RAGAZZO DI 18 ANNI

Mancava un quarto d’ora alle 17 dell’11 febbraio 2011 quando un 18enne di Casamicciola, Giuseppe Precisano, perse la vita a Piedimonte mentre era alla guida della sua motocicletta.

1 SETTEMBRE 2011 – FRANCESCO BUONO MUORE DOPO UN VIOLENTO SCONTRO A CAVALLARO

Era il 1° settembre di sette anni fa quando un 22enne ischitano, Francesco Buono, morì per le lesioni interne riportate in un incidente stradale..

16 NOVEMBRE 2011 – DONNA POLACCA MUORE IN VIA MICHELE MAZZELLA

Una donna di nazionalità polacca, sposata con un  ischitano, stava percorrendo via Michele Mazzella a bordo della sua Smart. All’altezza del deposito dell’Eavbus, la macchina si è capovolta.

14 MAGGIO 2012 – IL MARESCIALLO CLEMENTE BUONO MUORE AL CASTIGLIONE

a causa di un  incidente stradale, mentre percorreva l’ex strada statale 270 a bordo del suo scooter, all’altezza della località Castiglione,

21 OTTOBRE 2012 – IL 16ENNE EMANUELE DOTTO MUORE SULLA PROVINCIALE PANZA

Il sedicenne Emanuele Dotto perse il controllo del proprio motorino mentre stava sorpassando un’auto.

10 MARZO 2013 – ALFREDO FRANCESCON PERDE LA VITA SULLA SOPRAELEVATA

All’alba di domenica 10 marzo 2013, sulla sopraelevata di Ischia, perse la vita il giovane Alfredo Francescon. Il 23enne,

13 LUGLIO 2013 – IL SINDACO DI FOZA GIOVANNI ORO UCCISO DA UNO SCOOTERISTA

Questa volta a perdere la vita fu un turista che rimase coinvolto in uno scontro frontale nei pressi dell’Hotel President. Si trattava di Giovanni Oro, sindaco di Foza, Comune della provincia di Vicenza.

28 AGOSTO 2013 – NOTTE DI SANGUE A PANZA: MUORE ANTONIO IADONISI JR.

Il 22enne napoletano Antonio Iadonisi jr. era alla guida del suo scooter, un SH 150 dell’Honda;

19 MAGGIO 2014 – TRAGEDIA IN PIAZZA SAN ROCCO, INVESTITO IL FARMACISTA ANIELLO GAROFALO

A una settimana dall’incidente in cui venne coinvolto, muore il farmacista baranese Aniello Garofalo

6 GIUGNO 2014 – VINCENZO MAZZELLA URTA CONTRO UN CAMION A CASAMICCIOLA

Vincenzo Mazzella, 24 anni, rimase vittima di un’incidente sulla litoranea di Casamicciola, all’altezza del Bar Topless.

10 MAGGIO 2015 – ISCHIA, MARIANNA DI MEGLIO INVESTITA IN VIA SOGLIUZZO

 La quattordicenne stava attraversando via Antonio Sogliuzzo a Ischia: un’auto investì la giovane, che fu dichiarata morta dopo alcuni tentativi di rianimazione e la disperata corsa all’ospedale “Rizzoli” di Lacco Ameno.

5 LUGLIO 2015 – ADRIANA SERPICO RIMANE COINVOLTA IN UN INCIDENTE AL CUOTTO – la diciassettenne morì al Cardarelli di Napoli.

13 AGOSTO 2016 – MUORE A SUCCHIVO UN GIOVANE TURISTA ABRUZZESE

Il giovane centauro abruzzese Giuseppe Mazzilli, 28 anni, si trovava sulla nostra isola per trascorrere un periodo di vacanza.

28 AGOSTO 2016 – MARINEL COSTEA MUORE NEI PRESSI DI VIA CASALE A FORIO

Marinel Costea, un casamicciolese di origini rumene, nella notte del 28 agosto 2016 rimase coinvolto in un drammatico incidente avvenuto a Forio, nei pressi dello svincolo che conduce al palazzetto dello sport di via Casale.

13 MARZO 2018 – Tragico incidente stradale all’alba: muore una giovane ragazza – Mikaela Burlaka vittima in zona Castiglione

09 MAGGIO 2019 Muore un’altra giovane vita Francesco Taliercio  sulla provinciale  Ischia- Casamicciola  nei pressi della località  Sant’Alessandro.

COSA SI POTREBBE  FARE PER EVITARE O DIMINUIRE GLI INCIDENTI

I ripetuti incidenti stradali, spesso mortali, ci portano verso un continuo dibattito sulle forme di prevenzione e tutela della vita umana. Un dato oggi evidente, è la constatazione di uno scarso senso civico riguardo il rispetto delle regole stradali.  Una progettazione educativa tesa alla riscoperta delle regole stradali fin dalla scuola, non sembra aver dato molti frutti. La presenza in strada di pattuglie delle forze dell’ ordine attenua le infrazioni stradali, ma necessita di un notevole numero di agenti, che in questo modo vengono sottratti ad altri incarichi quando non si tratta di agenti Polstrada. Una probabile soluzione, che almeno avrebbe la funzione di deterrente per gli incidenti causati dall’alta velocità, potrebbe essere l’installazione  di sistemi di rilevazione elettronica della velocità.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close