ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Ischia e le Ztl, che confusione!

Continuano ad essere alquanto confuse alcune recenti disposizioni adottate dall’amministrazione del Comune di Ischia in merito alle ZTL. Dopo le vertenze sollevate nei giorni scorsi dalla Croce Rosa  e dal Comitato Spontaneo in merito alla limitazione imposta ai cittadini disabili di poter ottenere la registrazione, per l’accesso alle zone a traffico limitato, per un solo veicolo a loro disposizione e la  manifestata preoccupazione su di una maggiore e pericolosa concentrazione dei veicoli sulla variante esterna, causata dagli orari restrittivi di accesso ai varchi 1 e 2 della zona Porto, non mancano nuove segnalazioni da parte dei cittadini sulle nuove disposizioni.  Oggetto, questa volta, di dubbi, i varchi ubicati in prossimità di Ischia Ponte ed in particolar modo il varco di uscita di Via Gian Battista Vico.  Da quando è entrata, infatti, in vigore l’ordinanza disciplinante le nuove zone a traffico limitato, la cosiddetta “pozzolana”, pare sia diventata a doppio senso di circolazione.  Il divieto di accesso per i non residenti che era  vigente fino ad un mese fa, sarebbe stato, difatti, oea sostituito, , da una comune ZTL che fa sì, quindi, che quando il varco non sia attivo, nella suddetta strada , possano circolare tutti i veicoli, provenienti da entrambi i sensi.

Una situazione questa, che secondo molti cittadini, rischia di rappresentare un pericolo, dal momento che la strada è stretta ed impervia e la circolazione in doppio senso non giocherebbe certamente a favore degli  guidatori, soprattutto in pieno inverno. La pericolosità  delle nuove disposizioni si è infatti manifestata a pieno tre giorni fa, quando l’isola è stata interessata dal primo acquazzone di fine estate e diverse automobili provenienti da entrambi i sensi  hanno avuto non poche difficoltà nella circolare.  Uno scenario questo, che era già stato anticipato, neanche a dirlo, alcune settimane fa, da un cittadino residente della zona, Vincenzo Mennella, che aveva manifestato tutta la sua preoccupazione per la situazione che si sarebbe potuta venire a creare qualora non si fossero apportate alcune modifiche all’ordinanza emanata lo scorso Agosto. «Stando alla nuova ordinanza- aveva scritto, difatti su facebook il nostro concittadino – il divieto di accesso che c’è per la zona in questione  è stato sostituito da una  comune ZTL. Questo vuol dire che, a parte i residenti fino al civico 48 e altre 29 categorie di autorizzati vari che passano sempre, nelle fasce orarie in cui il varco non è attivo può passare chiunque. La pozzolana diventa così a doppio senso visto che le auto in uscita da Ischia Ponte continueranno ad allontanarsi dal centro storico verso la strada in questione.

Se le cose restano così, il disagio sarà per tutti, residenti e non. Si verrà a creare una situazione pericoloso per chiunque entra ed esce da Ischia Ponte, soprattutto durante l’inverno, che renderà la strada più impervia a causa delle piogge». Parole queste, rivelatesi  ora, quanto mai profetiche, dato quanto accaduto in occasione del temporale dello  scorso sabato. «Sono bastate poche gocce – ha infatti  incalzato nelle scorse ore il medesimo cittadino – e  le auto hanno fatto fatica a salire e in quel momento non stavano  nemmeno transitando molti altri veicoli  in senso apposto.  Questa situazione si può ancora riparare, non aspettiamo che peggiori».   Le criticità relative all’ordinanza e allo stato di poca chiarezza che sembra regnare anche nello stesso comando di polizia municipale di Ischia, non finiscono qui.  Alcune cittadini, infatti, nei giorni scorsi, hanno lamentato di aver ricevuto delle multe dopo essere transitati per alcuni varchi- dove era ancora vigente la vecchia segnaletica- nonostante  fossero stati gli stessi vigili, interpellati dai guidatori  che avevano espresso alcuni dubbi sulla discrepanza tra le varie segnaletiche, a dare  l’ok all’accesso.

Insomma,  a  due settimane dalle entrate in vigore delle nuove ZTL, la confusione regna  ancora sovrana non solo tra i cittadini ma pure dalle forze preposte al controllo che sembrano saperne anche meno degli stessi guidatori.  Il prossimo 25 Settembre, intanto, l’ordinanza sarà effettiva, e  sembra proprio che, date le circostanze, l’amministrazione di Ischia guidata dal sindaco Enzo Ferrandino,  sarà costretta a rivedere alcune disposizioni adottate. Prima che la situazione sfugga di mano.

Sara Mattera

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close