CRONACAPRIMO PIANO

Ischia, non si ferma il boom di arrivi

Anche nei giorni immediatamente successivi al Ferragosto, si conferma una media di oltre diecimila arrivi al giorno sulla nostra isola

Passata la settimana di Ferragosto, il weekend appena trascorso ha mantenuto la tendenza in atto. L’isola d’Ischia si prepara ad archiviare la stagione estiva con un altro fine-settimana da grandi numeri, e in effetti le cifre raccolte dalla Sala Operativa della Guardia Costiera di Ischia guidata dal Comandante Antonio Cipresso sono più che eloquenti: dal venerdì alla domenica sono stati registrati 70mila transiti, con ben 32.300 arrivi e 37.700 partenze. Di rilievo anche la movimentazione dei veicoli, circa 6mila in transito, di cui 2600 in arrivo e 3400 in partenza. Se si pensa che nell’intera settimana che precede il ferragosto, periodo generalmente considerato di massimo afflusso, furono registrati 131mila transiti con 72mila arrivi, si vede come una settimana dopo la media giornaliera continua a superare i diecimila arrivi, senza flessioni. Una tale intensità di imbarchi e sbarchi ha comportato naturalmente il solito superlavoro per le forze dell’ordine, dalla Capitaneria alla polizia municipale, passando per Carabinieri e Polizia: un dispositivo inter-forze che ha garantito la massima sicurezza possibile nonostante i numeri altissimi che anche secondo molti addetti ai lavori sono andati oltre ogni aspettativa, al punto che alcuni hanno paragonato questa estate a quelle degli anni ’80, quando l’isola a ogni stagione batteva i record di afflusso dell’anno precedente.

In ogni caso non sono state registrate criticità connesse alle operazioni di imbarco e sbarco, con le corse che hanno garantito servizi regolari. È continuato inoltre, con riscontri positivi, il monitoraggio relativo alla funzionalità del nuovo dispositivo di viabilità portuale ed extra-portuale. Dunque, il “banco di prova” della metà di agosto è stato superato brillantemente, sia in termini di numeri sia in termini di regolarità delle operazioni. Ovviamente nei prossimi weekend è prevedibile una notevole flessione, con l’incipiente contro-esodo che verso fine mese impegnerà ulteriormente le autorità preposte, mentre il turismo di fine stagione sarà condizionato, come già lo scorso anno, dalle eventuali variazioni, in meglio o in peggio, dei dati relativi all’emergenza sanitaria, oltre che dalle condizioni meteorologiche, che già per i prossimi giorni prevedono un’atmosfera più “fresca” o comunque meno canicolare. A quel punto, comunque, il lavoro per gli uomini del comandante Cipresso dovrebbe finalmente essere più agevole.

Foto Franco Trani

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Rossy

Ma di cosa ci meravigliamo? Non era quello che si voleva? Gli alberghi, i ristoranti, gli stabilimenti etc etc. hanno finito di piangere. Ischia super piena.

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex