CRONACAPRIMO PIANO

Ischia, nuova ordinanza di demolizione

A firmarla il responsabile dello Sportello Unico per l’Edilizia Francesco Iacono, nel mirino opere abusive realizzate in via delle Ginestre riscontrate in un nuovo sopralluogo dello scorso 12 aprile: concessi 90 giorni per ottemperare

Pugno pesante del responsabile del SUE (Sportello Unico per l’Edilizia) del Comune d’Ischia, Francesco Iacono, che ha firmato un’ordinanza di demolizione e ripristino dello stato dei luoghi per una serie di opere realizzate abusivamente e dunque senza titolo abilitativo in via delle Ginestre. Ad ispirare il provvedimento del funzionario comunale cittadino un rapporto dell’ufficio tecnico comunale risalente allo scorso 12 aprile nel quale si evidenzia che il proprietario aveva realizzato i seguenti abusi: “Recinzione per una lunghezza di circa 10 m. con sostegni alti m. 4 e rete metallica avente corrispondente altezza ed apposizione di rete frangivento di colore verde per un’altezza da terra di m. 2,00, ubicata a confine con la propietà del denunciante. 3 moduli abitativi prefabbricati, poggiati su pilastrini di mattoni di calcestruzzo vibro compresso alti cm 20 circa, aventi ognuno dimensioni m. 3,00 x m. 5,00, ed altezza di circa m. 2,50, tompagnature laterali e copertura in panelli sandwich coibentati, ciascuno dotato di bagno con impianti idrici ed elettrici in fase di installazione e piccolo terrazzino recintato. Muro di recinzione a forma di ‘L’ in blocchi di cemento intonacati di bianco, con primo tratto avente lunghezza di m. 17,20, alto m. 2,25 e sormontato da paletti e rete metallica alti m. 1,00, e secondo tratto avente lunghezza di m. 3,00 e alto m. 2,25. Tale manufatto è gran parte ubicato sul fondo censito al catasto terreni al Foglio 8 p.lla 3260 che risulta intestato al Sig. … OMISSIS. Deposito parzialmente interrato avente dimensioni di circa 149 mq, altezza di circa m. 3, pareti in muratura e copertura in lamiere coibentate montate su pali in legno. Tale manufatto è ubicato sul fondo censito al catasto terreni al Foglio 8 p.lla 3266 che risulta intestato alla … OMISSIS”.

Per questo motivo Iacono ha ordinato ai soggetti destinatari della sua ordinanza “la demolizione e la rimessione in pristino delle opere accertate con Rapporto Tecnico prot. n. 12287 del 02.05.2018 e con Rapporto Tecnico 18240 del 12.04.2024, ricadenti nel fondo di terreno sito in Ischia alla via delle Ginestre riportato in catasto al foglio (omissis), nonché il muro ricadente sul fondo censito al catasto terreni al Foglio (omissis), trattandosi di opere realizzate dai soggetti su indicati in assenza di titoli abilitativi, il tutto a proprie cure e spese e nel rispetto delle leggi vigenti, nel termine inderogabile di giorni 90 (novanta), decorrente dalla data di notifica della presente ingiunzione di demolizione”. Il responsabile di settore avverte poi “che l’esecuzione della demolizione dovrà comunque eseguirsi nel termine inderogabile di gg. 90 previsto dal comma 3 dell’art.31 del D.P.R. 380/01 e ss. mm. ed ii.; che dovranno essere messi in atto tutti gli accorgimenti necessari per la tutela della pubblica e privata incolumità e nel rispetto di tutte le norme in materia di sicurezza; che il materiale di risulta venga trasportato ad un sito autorizzato allo smaltimento a cura e spese dei sig.ri sopra elencati; che in caso di accertata inottemperanza nel termine suddetto si provvederà ad adottare i provvedimenti consequenziali del citato art. 31; dispone che il comandante dei Vigili Urbani, per gli aspetti di competenza provveda, nei termini, alla sorveglianza del cantiere e ad accertare l’inadempienza alla presente ingiunzione”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex