ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ischia, oggi l’ultimo saluto a Gaetano Riccio

Ischia, oggi pomeriggio, si fermerà. E sarà più triste, almeno per qualche ora, prima che la vita inesorabilmente prosegua. Alle ore 15, presso la Chiesa del Buon Pastore in via Leonardo Mazzella, si celebreranno le esequie del giovanissimo Gaetano Riccio, di appena 21 anni, venuto tragicamente a mancare il giorno di San Silvestro dopo essere stato colto da un malore che non gli ha lasciato scampo. “Figlio, fratello e amico straordinario”, così è scritto sul manifesto funebre del ragazzo, che era benvoluto da tutti e nei cui confronti il destino era già stato avverso in una circostanza, quando cioè da bambino gli portò via la mamma alla quale adesso potrà ricongiungersi.

Una morte, quella di Gaetano, che resta ancora avvolta nel mistero e sulla quale verosimilmente a fare chiarezza saranno i risultati dell’esame autoptico che è stato disposto dal magistrato e che è stato effettuato prima che la salma fosse liberata e restituita ai familiari per il rito funebre. Secondo quanto si è appreso, il ragazzo nei giorni precedenti la tragica fine, aveva accusato forti dolori di testa. Il sospetto, ma che è destinato a rimanere tale fino a prova contraria, è che a stroncarlo possa essere stato un aneurisma conseguenza forse anche di qualche malformazione congenita. Ogni altra ipotesi viene tassativamente esclusa a priori e non soltanto perché Gaetano era un ragazzo modello: anche gli accertamenti compiuti presso l’abitazione dai carabinieri della Compagnia di Ischia la mattina di San Silvestro non hanno portato ad alcun particolare riscontro. Ma questo, ormai, dopo quanto accaduto, ha un’importanza relativa. Oggi, in quella Chiesa, parenti e amici saluteranno per l’ultima volta un figlio di Ischia, volato in cielo proprio l’ultimo giorno di un anno da dimenticare e che per fortuna ci siamo messi alle spalle. La salma sarà presente presso il luogo di culto dalle ore 13.30.

Corrado Roveda

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close