Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Ischia “parla” con Procida Capitale, dialogo nel segno dei giovani e del turismo sostenibile

Ieri tavolo di lavoro all’istituto “Telese”: allo studio percorsi di alternanza scuola-lavoro per il 2022. Costagliola: “Avanti insieme con idee ed entusiasmo”

Ischia chiama, Procida risponde. Nella lunga vigilia dell’anno da Capitale italiana della cultura per l’isola di Arturo, parte dalla sorella maggiore la condivisione di una forte disponibilità alla collaborazione, ratificata ieri in un tavolo di lavoro convocato nella sede dell’istituto alberghiero “Telese” con la presenza dell’assessore al turismo di Procida, Leonardo Costagliola, e di una delegazione dei rappresentanti istituzionali dei comuni isolani, con Luigi Di Vaia (vicesindaco di Ischia), Carla Tufano (vicesindaca di Lacco Ameno) e Raffaele Di Meglio (vicesindaco di Barano).

E’ già allo studio, su proposta del dirigente scolastico Mario Sironi, uno sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra l’istituto scolastico e la governance di Procida 2022 che potrebbe prevedere l’impiego di una selezione di studenti nei servizi di accoglienza sull’isola, ma anche – previa un’adeguata formazione degli studenti – nelle attività a supporto dell’anno da capitale italiana della cultura, nell’ambito delle attività PCTO (ex Alternanza Scuola-Lavoro).

Il tavolo di lavoro è nato da un’idea di Emanuele Mattera (Platypus Tour) che – a partire dalla nomina di Procida a Capitale della Cultura Italiana 2022 – si è impegnato personalmente a creare un ponte per collegare alcune eccellenze dell’isola d’Ischia all’evento, con la consapevolezza – peraltro sottolineata dal dossier di candidatura – che una rete tra i Campi Flegrei possa essere una soluzione auspicabile.
Nel corso dell’incontro, introdotto dalla referente del progetto Carmen De Simone, Sironi ha espresso la sua piena disponibilità a collaborare con l’amministrazione di Procida, mettendo a disposizione anche gli spazi dell’istituto Telese, qualora ce ne fosse bisogno.

“L’asse tra Ischia e Procida è fondamentale”, ha sottolineato Leonardo Costagliola, accogliendo con favore ed entusiasmo il progetto e sottolineando come la comune idea di un turismo responsabile, lento ed esperienziale sia il miglior viatico possibile per cogliere in pieno l’opportunità della nomina di Procida a Capitale della cultura, che si è già tradotta in un’eco mediatica particolarmente rilevante, complice anche il proficuo lavoro di comunicazione e ufficio stampa portato avanti da Pasquale Raicaldo, presente al tavolo dei lavori.

Interessanti gli interventi delle amministrazioni di Ischia, Lacco ameno e Barano d’Ischia, che hanno accolto con favore l’iniziativa e hanno messo sul tavolo la piena disponibilità a sostenere l’amministrazione di Procida, non solo per l’evento del 2022, ma soprattutto affinché da questa prima iniziativa possano nascere progetti di cultura per avvicinare le varie amministrazioni delle due isole e di tutti i Campi Flegrei. “Procida – hanno spiegato – deve essere il trampolino di lancio per una nuova offerta turistica, che punti sempre di più alla qualità, la cultura e la valorizzazione dei nostri territori.

Ads

“Una visione che sposa in pieno quella dell’amministrazione di Procida”, ha sottolineato Costagliola.
“Anche Federalberghin è impegnata da tempo nella collaborazione con Procida per la realizzazione di progetti che possano portare lustro ai nostri territori per gli anni avvenire. – ha sottolineato Luca D’ambra, presidente di Federalberghi Ischia e Procida – Collegare il nostro istituto alberghiero all’evento di Procida Capitale è una scelta che ci vedrà impegnati in prima persona, perché il nostro futuro passa soprattutto attraverso la formazione della nuova forza lavoro”.

Ads

La mattinata è proseguita con la visita dell’assessore Costagliola al Castello Aragonese di Ischia, dove ha incontrato l’Architetto Nicola Mattera. Una visita interessante che ha trovato anche in questo caso la piena disponibilità nella collaborazione per la nascita di progetti futuri condivisibili tra le due isole. In particolar modo Nicola Mattera ha messo a disposizione spazi, professionalità e visione nell’organizzare mostre di arte contemporanea condivise tra i due territori. Una mattinata intensa, ricca di emozioni e soprattutto fatta di disponibilità, territori autentici e turismo sostenibile.

Foto Franco Trani

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x