Statistiche
SPORT

Ischia, Pinto: «Puteolana? Abbiamo un unico risultato»

Il Team Manager gialloblù non ha dubbi sul finale di stagione: «La matematica non ci condanna ancora, ma noi al di là di tutto, abbiamo l’obbligo morale di concludere al meglio il campionato»

Si torna in campo questo pomeriggio alle 15. Di scena al Mazzella, i ragazzi di mister Bilardi ospiteranno la Puteolana per la penultima gara di stagione. Una partita importante per la compagine isolana che non è ancora del tutto fuori dai giochi considerando che mancherebbe ancora la matematica, anche se sembrerebbe oramai sfumata la possibilità di giocarsi i playoff. Un amaro in bocca che fa alquanto male se consideriamo che la squadra gialloblù, non è da meno delle altre compagini che attualmente sono al vertice e/o comunque impegnate nei playoff, e che poteva senza alcun dubbio, dare e fare di più. L’Ischia sabato scorso è ritornata alla vittoria. I gialloblu hanno vinto per 4-1 a Casamarciano contro il San Giuseppe. La squadra di Ciro Bilardi, al di là dei tre punti portati a casa, ha dato prova di grande carattere e voglia di vincere la partita, cosa che non si vedeva da un bel po’ di tempo. Senza alcun dubbio è un peccato che la scossa sia arrivata troppi tardi, bastava vincere qualche partita in più e non commettere troppi passi falsi, come successo nelle ultime uscite in campionato contro squadre davvero inferiori sia sulla carta che per quanto concerne le qualità tecniche. Un campionato quello dell’Ischia che, seppur intrapreso con l’idea di doversi salvare e basta, ha poi dato la speranza a molti di poter fare il grande passo e concorrere quindi o per la vittoria finale o per i playoff. Alla fine nessuno dei due è stato raggiunto, certamente per vincere il campionato serviva sicuramente qualcosina in più, soprattutto nel mercato fatto a dicembre e poi in campo dove spesso è mancato la fame portare a casa il risultato. Resta il fatto comunque che allo statuo attuale mancherebbe ancora la matematica e allora perché non crederci ancora. Centottanta minuti di gioco per chiudere definitivamente il campionato e forse gran parte si deciderà proprio quest’oggi. Una penultima gara decisiva per tutte le squadre sia di Eccellenza che Promozione e di entrambi i gironi. Si giocherà, infatti, in contemporanea. Di questo e altro ne abbiamo parlato con il team manager Maurizio Pinto: «Indubbiamente c’è tanto rammarico –afferma – se non addirittura rabbia per quello che abbiamo lasciato su alcuni campi. Poteva andare diversamente e potevamo fare di più. Sicuramente le altre squadre sono e hanno dimostrato di essere forti, il loro stare in certe posizioni in classifica ha una motivazione, ma non credo assolutamente che noi siamo da meno – e ancora spiega – le cose forse non sono andate come ci aspettavamo, credevamo e immaginavamo. A un certo punto ci sono state delle aspettative molto forti in merito forse proprio a dei risultati e al mercato di dicembre, ma poi abbiamo mancato in qualcosa e a mio parere le responsabilità vanno suddivise da tutti noi, società e squadra».

Pinto, cosa ci dice invece delle ultime due partite e soprattutto di questo rush finale? Mancherebbe ancora la matematica anche se sembra essere sfumata la possibilità di agganciare i playoff… 

«Personalmente sono contento che si sia deciso di dare più spazio e possibilità ai giovani che posso dire hanno dimostrato tanta caparbietà, voglia e determinazione nel cercare di portare il risultato a casa costi quel che costi. Ho visto una squadra tutt’altro che arrendevole e il gioco è migliorato tanto. Anche per quanto concerne la partita della scorsa settimana con il San Giuseppe, a mio parere, non è una squadra meno forte di Ponticelli o Maued ma i nostri ragazzi hanno dimostrato in campo di farcela e credo che vadano premiati soprattutto appunto i giovani come Pesce, Abbandonato, Monaco. Invernini oramai è già una certezza. Per quanto concerne il rush finale, questi ultimi 180 minuti di gioco, credo che al di là dei playoff e di questa ancora piccola possibilità che ci resta, abbiamo il dovere di onorare la maglia fino alla fine. Sia con al puteolana che con il Sant’Antonio, abbiamo un unico risultato possibile – e ancora aggiunge – Vorrei se possibile approfittare di questa intervista per ringraziare pubblicamente Pino Taglialatela per il grande supporto disponibilità e presenza che ha sempre dato alla squadra mettendosi sempre in prima linea e soprattutto come si suole dire mettendoci la faccia. In tutta onestà non me lo aspettavo, soprattutto per quello che a volet si dice sul suo conto, ma conoscendolo meglio è una grande persona sia sotto il profilo professionale che quello umano.   

I convocati di mister Bilardi: Mennella, Tufano, Monti, Accurso, De Simone, Fondicelli, Iacono, Rubino, Chiaiese, Ferrari, Esposito, Pesce, Invernini, Di Sapia, Sorrentino, Calise, Trani G., Monaco, Trani M.

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button