CRONACAPRIMO PIANO

Ischia plastic free, la soddisfazione di Legambiente: «Questa è un’ordinanza per il mare»

Ischia plastic free, la soddisfazione di Legambiente: «Questa è un’ordinanza per il mare»

Manca poco. A breve Ischia, finalmente, sarà un’isola plastic free. Entusiasta Maria Teresa Imparato, presidente di Legambiente Campania ha accolto con grande favore la notizia. “Si tratta di un’ordinanza importante, già sperimentata da altre isole e città costiere, azione necessaria quella di anticipare la Plastic strategy dell’UE”, ha detto. E continuando: “Quella dei sei Comuni dell’isola di Ischia è un’ottima notizia per il mare. In una giornata in cui un milione di studentesse e studenti sono scesi in piazza per chiedere attenzione su fenomeni importanti come i cambiamenti climatici questa ordinanza è un atto concreto per mettere in campo una politica di prevenzione sulla prevenzione dei rifiuti.

A questo si aggiungano percorsi di educazione ambientale e al rispetto del mare in tutte le scuole dell’isola bandendo anche l’utilizzo della plastica”. La presidente di Legambiente Campania non si ferma all’ordinanza contro l’uso della plastica. E rilancia: “Importante anche implementare politiche di sensibilizzazione su raccolta differenziata. Differenziare bene i rifiuti, aumentare percentuale e qualità, monitorare la gestione in un’isola è un’altra azione fondamentale in difesa del mare”. La notizia del divieto di uso di plastiche era stata accolta con grande favore da Legambiente Campania già lo scorso mese di agosto. Mariateresa Imparato, presidente regionale dell’associazione un anno fa, era maggio 2018, aveva proposto di bandire la plastica sulle isole del Golfo di Napoli.

Per questo aveva scritto ai sei sindaci dell’isola di Ischia, ai due di Capri ed al primo cittadino di Procida per proporre, sull’esempio del sindaco delle Isole Tremiti, di porre in essere un’ordinanza che mettesse al bando le stoviglie di plastica imponendo l’utilizzo solo di quelle biodegradabili. “A maggio – spiega Imparato – non ho ottenuto grandi risconti, credo perché ormai la stagione turistica fosse già iniziata”. “Ma con immenso piacere accolgo l’ordinanza dei sindaci dell’isola di Ischia che si apprestano a vietare l’uso delle plastiche”, diceva ad ottobre. Ma poi dell’ordinanza non si è fatto più nulla. Pare che a bloccare l’adozione del provvedimento sia stato il nodo controlli. Sull’isola i vigili urbani sono pochi ed i Comandi di Ischia, Casamicciola e Forio, ovvero dei Comuni dove ci sono i porti, non sarebbero disposti ad accollarsi l’onere dei controlli al porto. Accanto all’ordinanza, infatti, i sindaci dovrebbero predisporre anche degli attenti controlli. Emettere un provvedimento e non farlo rispettare non serve a nulla. Il divieto di plastiche sull’isola è una bella iniziativa che va in direzione di ciò che l’Europa ci imporrà di qui ai prossimi anni, ma è necessario un attento controllo, altrimenti tutto ciò non ha senso. Nei sei Comuni dell’isola di Ischia, infatti, vige il divieto di uso e commercializzazione di saponi che non siano biodegradabili. L’ordinanza è in vigore da circa tre anni, ma in questo periodo nessuno dei vigili dei sei comandi di Polizia locale presenti sull’isola ha mai effettuato una contravvenzione né mai verificato che l’ordinanza fosse rispettata. La carenza di uomini e mezzi nei sei comandi di Polizia locale negli altrettanti Comuni dell’isola e la difficoltà nei controlli ha messo in un temporaneo stand by l’ordinanza. Adesso, però, le perplessità sono superate e finalmente verrà adottato un provvedimento che mira alla salute dell’isola e capace di attrarre nuovo turismo, quello green. 

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker