PRIMO PIANOSPORT

ISCHIA-PROCIDA 1-1: Lamarra e Micallo fermano i gialloblù al Mazzella

ISCHIA: Mennella, Aiello (94′Esposito), Pistola, Saurino,Chiariello, Monti, Invernini, Di Meglio, Rubino (87′ Iattarelli), Sogliuzzo (78′ Arcamone), Castagna. A disp: Di Meglio, Di Sapia, Ferrari, Trani L., Accurso, Trani M. All: “Billone” Monti.

PROCIDA: Lamarra, Lubrano (79’ Vanzanella), Annunziata, Mammalella (83′ Cerase), Micallo, De Luise V. (87′ Ambrosino), Spinelli (64′ Veneziano), Improta, Costagliola L., Costagliola A., Mazzella,(22′ Pianese). A disp: Atteo, Peluso, Calise. All: Iovine.

ARBITRO: Sconamiglio di Ercolano

RETI: Rubino al 63′, Micallo al 93′

NOTE: Ammonizioni: Aiello, Monti, Di Meglio, Castagna, Monti(all.) (I), Micallo, Costagliola L., Lubrano (sec. all.) (P).

Annuncio

Angoli: 5-1. Spettatori circa 200

Termina in parità al Mazzella, l’attesissimo derby delle isole. Un botta e risposta tra Ischia e Procida che si dividono la posta in palio. I gialloblù passano in vantaggio col rientrante bomber Rubino e sfiorano più volte il gol del raddoppio contro i biancorossi, con qualche assenza di troppo quest’oggi. Nel finale, in pieno recupero, arriva il pareggio che gela i tifosi di casa su calcio di rigore ad opera di Micallo. Spingono i padroni di casa nei primi minuti, al 7′ buona opportunità per Rubino, azione manovrata con Pistola che dalla sinistra mette un bel pallone in area sul quale il centravanti non arriva nel migliore dei modi<Nessuno(a)><Nessuno(a)>, palla alta sopra la traversa. Al 9′ replica il Procida con un calcio piazzato dalla sinistra, in uscita Mennella libera l’area di rigore. Passano pochi minuti e l’Ischia sfiora il vantaggio, decisivo un intervento in scivolata di Micallo che anticipa Rubino su imbeccata da parte di Sogliuzzo. Sale in cattedra Lamarra, al 16′ il portiere effettua una buona parata su calcio piazzato di Castagna, deviazione di un compagno che per poco non lo mette fuori dai giochi. Appena un giro di lancette e Inverini impegna severamente il numero uno dei procidani, il direttore di gara ferma tutto per offside. Faticano a rendersi pericolosi gli ospiti, predominio territoriale dei gialloblè che provano a sbloccarla con maggiore convinzione. Al 29′ palla in verticale per Rubino, l’attaccante scatta verso la porta e da posizione leggermente defilata col sinistro manda la palla a lato non di molto, brivido per la difesa procidana. Illusione del gol al 35′ per gli ischitani, su calcio piazzato dal limite Sogliuzzo sfiora la marcatura con la palla che sibila accanto al palo. Il primo tempo scivola via senza ulteriori sussulti, due nitide palle gol per i padroni di casa ma l’equilibrio non si spezza. Il copione nella ripresa non cambia, spingono i ragazzi di mister Monti mentre i procidani provano a resistere per poi ripartire velocemente in contropiede. Al 56′ episodio da moviola, punizione di Sogliuzzo dal limite, conclusione deviata dalla barriera con la palla che si alza a campanile, un calciatore dei gialloblè lamenta una trattenuta ma l’arbitro fa proseguire.Al 57′ grande giocata caparbia di Sogliuzzo che dal limite chiama Lamarra al grande intervento in tuffo. Cresce col passare dei minuti la pressione offensiva dei ragazzi di mister Monti, un paio di situazione pericolose sbrogliate in extremis dalla difesa biancorossa poi al 62′ si materializza il vantaggio dell’Ischia. Azione d’angolo, cross dalla destra di Pistola per Castagna che, cinturato da dietro, cade in piena area col direttore di gara che indica il dischetto del rigore. Dagli undici metri va Rubino, ma ancora una volta è Lamarra ad

averla vinta con un tuffo sulla sua destra che va a neutralizzare il tiro del bomber. Sull’angolo seguente, meritatamente, la sblocca l’Ischia con un colpo di testa in mischia di Rubino che si fa perdonare l’errore di pochi istanti prima. Acquisito il vantaggio non si placa il forcing dell’Ischia, assist dalla sinistra di Di Meglio per Invernini che sul secondo palo sfiora il raddoppio. Provano a scuotersi gli ospiti, mister Iovine opera qualche cambio ma le occasioni da rete latitano. All’81’ calcio di punizione pericoloso dalla destra, salva tutto Micallo che anticipa Chiariello pronto a ribadire in rete. Procida sicuramente più determinato nel finale di gara, concede un pò di campo l’Ischia, mister Monti non approva e cerca di scuotere i suoi. I padroni di casa provano a far scorrere i minuti, poi al 91′ vanno ad un passo dal gol che avrebbe chiuso i giochi. Bella giocata di Iattarelli che serve in profondità Castagna, quest’ultimo in velocità salta un avversario e scatta verso la porta, contrastato da un difensore resta in piedi ma dinanzi a Lamarra calcia fuori, tra le proteste dei compagni che volevano il calcio d’angolo. Al 93′ si materializza la beffa per gli ischitani, rimessa laterale dalla destra direttamente in area di rigore, intervento a spazzare del numero sei dell’Ischia che secondo l’arbitro tocca col braccio, calcio di rigore per il Procida. Dagli undici metri trasforma Micallo, glaciale nell’occasione. Dopo 6′ di recupero termina la partita, padroni di casa che sprecano una ghiotta occasione e lasciano due punti per strada, amaro epilogo con polemica arbitrale annessa sponda ischitana.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close