CULTURA & SOCIETA'

Ischia saluta il nuovo anno con il tradizionale tuffo a mare

Una tradizione che si rinnova per ischitani e turisti che, ieri mattina, in centinaia si sono radunati sulla spiaggia della Mandra e quella di San Pietro

Si è svolto anche quest’anno il tradizionale tuffo a mare alla Mandra e alla spiaggia di San Pietro, un modo simpatico e “coraggioso” di dare il benvenuto al nuovo anno. E ieri mattina, in centinaia, tra ischitani e turisti si sono radunati in spiaggia per fare vita a quella che è diventata una vera e propria festa, un appuntamento beneaugurante e divertente. A rubare la scena a quello che è un angolo tra i più suggestivi dell’isola sono stati loro gli intrepidi bagnanti che, costume rosso e cappellino di Babbo Natale, si sono immersi nelle acque della spiaggia di San Pietro. Divertitissimi i turisti che si sono immortalati in spiaggia, tutti impellicciati, mentre, alle loro spalle, i più coraggiosi si tuffavano in mare; a ognuno la sua foto per ricordarsi e condividere un momento davvero particolare; non è scena da tutti i giorni, infatti, assistere a un bagno fuori stagione figuriamoci con questo freddo. L’ennesimo countdown e poi tutti in acqua! L’atmosfera sembrava quella della notte di San Silvestro ed è quindi in allegria che in molti hanno trascorso la prima mattinata dell’anno. Il gruppo delle cape fresche, lì sulla Spiaggia di San Pietro, non è stato l’unico a dare inizio al nuovo anno tuffandosi in mare.

Anche sulla spiaggia della Mandra, i fratelli Tavani, Patrizia Cuomo e Gianni Vuoso storici organizzatori di quest’evento, anche quest’anno, non hanno mancato di animare la folla accorsa con musiche, balli, canti, spumante, panettone per tutti coloro che hanno deciso di festeggiare con loro. Immancabile, anche qui, la festa, con brindisi e una bella fetta di panettone per dare il benvenuto a questo 2020. Quello di ieri mattina è stato per loro un tuffo rinforzante e rigenerante per star bene tutto l’anno; è così che l’hanno presa. Un entusiasmo davvero contagioso che ha animato il borgo della Mandra trascinando davvero tutti fino quasi a ora di pranzo. Ciò che è certo è che i turisti che hanno trascorso qui questo capodanno, e che ieri erano in spiaggia, porteranno a casa davvero un bel ricordo di un’isola fatta non solo di luoghi paradisiaci, ma di gente che ama divertirsi, stando insieme, con poco.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button